Trasporti marittimi: politici e operatori turistici fatevi sentire o si affonda !

di Daniele Corrieri

peter-pan160Trasporti marittimi: week-end del primo maggio filato liscio, qualcuno ieri mattina è rimasto a terra a Milazzo anche con i viaggi straordinari delle motonavi per minicrociere, ma sostanzialmente le compagnie, tutte, rispetto ai disservizi in altri comparti, hanno fatto un gran lavoro.

Ma le sorprese, o meglio, i nodi se non li sciogli tornano al pettine : guardate che la Ustica Lines sta facendo sul serio !

Dopo la notizia di ieri che dal 6 maggio sospenderà le linee per le Isole Eolie e chiuderà il booking , se non l’ha già fatto,  mi auguro che i vari imprenditori eoliani , e di tutte le isole, associazioni comprese, la smettano di continuare a nascondere la sabbia sotto il tappeto. La stagione è già iniziata e ancora non si risolve il contenzioso con la Regione.

C’è un comitato di protesta ? Bene ! Ma dov’è ? Io non l’ho più visto. Ora, o si ha il coraggio di intraprendere un’azione di protesta  come quella dei primi anni ’80 o non c’è davvero più nulla da prendere e/o da pretendere.

Chi la deve fare , chi la deve guidare, la protesta se non gli operatori turistici ? O devono mettersi alla guida del corteo i poveri pensionati che non arrivano alla fine del mese e pegano le tasse per tutti ? O pensate, davvero, di mandare sempre avanti i ragazzi delle scuole per fare numero ?

Venite fuori e dimostrate il vostro orgoglio senza pensare alle prenotazioni che già avete dentro…non vedete come siamo ridotti e come siamo rappresentati anche all’Expo ?

Share