Trasporti e danno d’immagine: la Regione compensi con una bella manifestazione a Lipari e nelle altre isole

di Daniele Corrieri

peter-pan160Trasporti marittimi: sembra che ai consiglieri comunali non gliene possa fregar di meno . Idem ai cittadini. Ero presente ieri all’incontro con il Sindaco: Giorgianni ha spiegato qual’è la situazione facendo presente di essere costantemente in contatto sia con i vertici della Regione, col Prefetto che con l’armatore Morace. In sostanza , ha la fiducia dei cittadini e degli stessi consiglieri i quali, cortine fumogene a parte, ritengono che alla fine una soluzione si troverà.

Ora dico la mia anche se nella riunione pubblica di ieri , alla presenza di poche persone, ho fatto le mie domande al primo cittadino. Vedete, il mio atteggiamento, a differenza di 18 consiglieri comunali su 20, è quello di chi intende fare sempre critica costruttiva e quando c’è da confrontarsi , direttamente, è un’occasione che non mi lascio  certamente scappare.

Mi auguro che il Sindaco e il Presidente della Regione si rendano conto che a noi eoliani dei problemi dell’appalto Regione – Ustica Lines non interessa un bel nulla. L’atteggiamento Ustica Lines giusto o sbagliato che sia, prima con una minaccia di sospensione corse poi ritirata, poi con un’altra minaccia di sospensione corse attuata, e per due giorni, ha creato un danno di immagine e soprattutto messo in allarme molti tour operator. I quali, va ricordato, di solito , nell’incertezza, a prescindere dalle varie rassicurazioni, decidono di cambiare destinazione e mettere in discussione la pianificazione estiva.

C’è da dire che Ustica lines ha minacciato di licenziare circa 400 persone ma se considerate che nel solo settore alberghiero eoliano i posti a rischio sono di più potete rendervi conto della grande importanza di questa querelle.

Ribadendo di non voler entrare nel merito di chi abbia ragione o torto , ad oggi non abbiamo la certezza sulla continuità dei servizi; caso contrario, nuovo appalto o trattativa privata, con urgenza, tra Regione e armatori interessati sperando che qualcuno partecipi. Certo, bisognerebbe capire anche  quali potrebbero essere i tempi.

A questo punto, ritenendo il danno già notevole, mi auguro che la Regione prenda atto che gli imprenditori eoliani sono stati penalizzati e che l’immagine del nostro territorio è sempre più precaria. Nei panni degli albergatori chiederei già al Presidente della Regione, Rosario Crocetta , di metterci una pezza . Come ?

Organizzi una bella manifestazione artistica e culturale sul nostro territorio e nelle altre isole minori interessate per cercare di recuperare quell’immagine ( che per noi è tutto) e che possa riempire ogni angolo delle nostre sette isole; a sua volta, l’Ustica Lines, potrebbe sponsorizzare questa manifestazione essendo che la stessa società opera in queste isole da ben 12 anni ( nel 2003 l’acquisizione del ramo d’azienda Snav) ed è sempre stata lodata da tutte le amministrazioni del nostro Comune.

Signor Sindaco, valuti questa proposta e se ne faccia portavoce con l’auspicio che la diatriba Regione Ustica -Lines si concluda al più presto possibile, perché sono convinto che se tra dieci giorni non ci saranno certezze il popolo eoliano non starà più in silenzio con tutte le conseguenze del caso… anche politiche.

 

 

Share