Sindaci isole giapponesi studiano organizzazione Eolie

Si è conclusa la missione alle Isole Eolie da parte di tre sindaci di isole giapponesi e altrettanti funzionari per studiare l’organizzazione dell’arcipelago eoliano ed individuare ed importare buone prassi.

La delegazione era composta dal sindaco (capo delegazione) di Yakushima, Koji Araki, dal sindaco di Mishima, Tasuo Oyama, dal sindaco di Yonaguni, Shukichi Hokama, dal direttore dell’ufficio tecnico del comune di Nagashima, Tamotu Hatanaka, dall’assistente alla direzione del Consiglio per la promozione delle isole della prefettura di Kaoshima, Fujimoto Shinichi, dal Capo della sottosezione del Centro per la promozione delle Isole Giapponesi, Ozawa Takashi e da un’interprete che li accompagnava.

La missione è stata promossa dal “Center for Research and Promotion of Japanese Islands” che dal 1966 conduce ricerche e promuove le isole remote del Giappone, tenendo conferenze, workshop, eventi, pubblicando e distribuendo riviste, libri e tenendo alte attività divulgative con l’obiettivo di promuovere lo scambio e i rapporti tra il Giappone e le sue isole.

Il programma della visita alle Eolie è stato organizzato dalla Federalberghi Isole Eolie su richiesta della JTB Italia (uno dei maggiori tour operator specializzati in Clientela Giapponese) a seguito della segnalazione pervenuta dal responsabile del Servizio Turistico della Provincia di Messina, Cono Catrini che ha incontrato il primo giorno la delegazione per un briefing introduttivo.

Una volta giunti alle Eolie, è scattato l’intenso programma di Federalberghi, impostato sui tre giorni disponibili e redatto sulla base degli obiettivi manifestati dai partecipanti.

Nel corso di due incontri, tenuti col Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, è stato possibile approfondire gli aspetti connessi all’organizzazione del principale comune eoliano. Si è quindi spaziato dagli elementi di natura amministrativa a quelli economico finanziari, passando per quelli di gestione dei principali servizi a carico del comune, al quelli dell’emergenza e della protezione civile. Importante anche l’inquadramento normativo e quindi l’analisi delle relazioni tra il comune e gli altri enti di livello provinciale, regionale e nazionale.

Nonostante le condizioni meteo non fossero delle migliori, una gestione dinamica e flessibile del programma, ha consentito loro di poter visitare Stromboli dove hanno potuto apprezzare il funzionamento del Centro Operativo Avanzato-Coa e quindi recarsi in barca sotto la sciara del fuoco per assistere alle eruzioni dello Stromboli.

Alle Eolie con 

tarnav set

 

 

 

 

La delegazione ha, inoltre, potuto effettuare un tour guidato dell’isola di Lipari senza ovviamente tralasciare il museo archeologico eoliano e dell’isola di Vulcano e delle sue caratteristiche salienti. A Lipari, è stata inoltre organizzata una presentazione a cura di Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia, per approfondire gli elementi principali caratterizzanti il turismo nelle Isole Eolie.

La missione nell’arcipelago si è conclusa con una visita nell’isola di salina, dove è stato possibile confrontarsi con i sindaci Domenico Arabia, Riccardo Gullo e Clara Rametta. Di rientro a Milazzo, la delegazione ha incontrato i rappresentanti della Liberty Lines che ha illustrato loro le modalità di organizzazione e gestione del sistema dei collegamenti marittimi veloci tra le isole e la terraferma.

La delegazione, oltre ad essere sempre stata accompagnata da un interprete, nel corso di tuti i sopralluoghi, ha potuto avvalersi costantemente di guide o personale specializzato, coordinato da Federalberghi Isole Eolie. Non sono mancati i momenti di conoscenza della cultura e della gastronomia locale con pasti tipici organizzati in importanti ristoranti e hotel eoliani.

 

Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Share