Sidoti, suolo pubblico : quali metodi di accertamento ?

di Angelo Sidoti

angelo sidotiIn attesa che il Ragioniere Generale risponda ad una mia richiesta di informazioni sul contributo di sbarco trasmessa a mezzo pec e relativa agli esercizi 2017-2018 con dettaglio di entrate mese per mese e uscite per singolo titolo di spesa, proseguiamo nell’analisi della relazione resa dallo stesso sul rispetto degli equilibri finanziari del II Trimestre 2018.

Dopo l’idrico e la tassa rifiuti oggi analizziamo la tabella relativa all’entrate da suolo pubblico.

Nel periodo 2013-2017 sono stati previsti in bilancio entrate da concessioni e autorizzazioni per utilizzo suolo pubblico per circa 2mln di Euro e di questi incassati complessivamente circa l’87%.

Pochi o molti chissà!!! Bisognerebbe verificare quali metodi di accertamento vengono applicati dai soggetti proposti al controllo e monitoraggio di tale tributo.

Analizziamo bene il dato fornito dal Dirigente del II Settore.

Nell’anno 2013 su un importo previsto di Euro 335.000 sono stati incassati Euro 402.673,42. Caspita, un valore addirittura sopra le stime!!! Mi chiedo: questa maggiore entrata deriva da code degli anni precedenti (residui attivi) oppure è frutto di maggior introiti da verifiche, accertamenti e/o modifica di regolamenti e tariffe?

Dal 2015 fino al 2017 assistiamo a un fenomeno diverso. La percentuale di incasso diminuisce di anno in anno fino ad assestarsi a circa il 65% dell’importo previsto nel rendiconto del 2017. Mi chiedo: quali iniziative sono state intraprese dall’Ente e con quale tempestività lo stesso ha agito nei confronti dei soggetti che non hanno onorato il pagamento (vale anche per gli anni precedenti)? Quale motivo sottostante insiste alla determina di un importo di stima sempre uguale per gli esercizi 2016 e 2017 pari ad Euro 450.000/annui? Per caso le superfici soggette a tributo in questi esercizi non sono state incrementate?

Per concludere. Per effettuare una analisi più approfondita bisognerebbe ottenere un dettaglio degli introiti isola per isola. Tale dettaglio naturalmente necessita per tutti gli altri tributi/entrate ad iniziare dal famoso contributo di sbarco.

Share