Sidoti : il grosso problema dell’incasso sull’idrico

di Angelo Sidoti

angelo sidotiRiprendiamo l’argomento gestione idrico alle Eolie. Incassato complessivo dal 2013- al 2017 di Euro 3.556.007 contro entrate previste in bilancio, per lo stesso periodo, di Euro 10.672.626.

Nelle note contenute nella relazione del Ragioniere Generale si rileva che gli incassi degli anni 2016 e 2017 si riferiscono esclusivamente al servizio autobotti perché non risultano incassi da fatturazione.

Vorrei comprendere meglio il termine “non risultano incassi da fatturazione” negli anni 2016 e 2017. Forse per questi anni è stato fatturato ai contribuenti la sola quota delle vendite tramite autobotte (di cui incassati Euro 216.805)? La fatturazione del servizio idrico da quanti anni è ferma?

Inoltre, il Responsabile del settore finanziario fa presente che dal 2009 la gestione delle reti idriche comunali rappresenta un vero e proprio disastro in termini di liquidità per l’Ente. Il costo del servizio idrico ammonta a circa Euro 2.300.000 annui (sarebbe curioso comprendere come viene determinata questa stima) e per i quali servizi insistono contenziosi e difficoltà evidenti nell’incasso dei tributi.

Il mancato incasso dell’idrico determina di conseguenza lo squilibrio del parametro n.2 e n.3, causando di fatto uno stato di strutturale deficitarietà dell’Ente.

Il settore finanziario ha anche sottoposto all’organo politico delle soluzioni nei diversi anni per fare fronte a questo problema ovvero esternalizzare il servizio idrico integrato con eliminazione in bilancio di una posta di entrata che si riscuote con enormi ritardi (Il Ragioniere Generale richiama alla pagina 3 “oggi bisogna fari i conti con l’esito del referendum”. Ma di quale referendum parla?)

Speriamo solo che dopo quasi 10 anni questo problema venga finalmente risolto.

Share