Sidoti critico sulle spese del personale e sugli obiettivi dei dirigenti

Riceviamo da Angelo Sidoti e pubblichiamo

sidoti 4Facciamo un breve aggiornamento ad un’analisi fatta il 28/10/2012 sugli emolumenti del personale del Comune di Lipari. Il nostro Comune sostiene uscite mensili per il personale di circa 200mila Euro/mese. Fino al mese di ottobre 2014 gli emolumenti liquidati sommano circa Euro 2.080 migliaia contro gli Euro 2.130 migliaia dello stesso periodo del 2013.

Di questi circa 200 mila Euro netti/anno sono riferiti alla qualifica dirigenti (base dati 2013). A tal proposito manca pubblicato sul sito del Comune la retribuzione percepita dal Segretario Generale Dott. Santi Alligo nominato con decorrenza 1/12/2013.

Ritengo che l’esiguo risparmio registrato nel 2014 lo perderemo nel 2015 con il rientro in pianta organica di tutti i dirigenti a tempo pieno.

Confrontando l’andamento mensile del 2014 dei singoli reparti ci sono dei valori in incremento che sarebbe utile approfondire: ad esempio nel settore Protezione Civile, Cimiteri, Servizio Tributi, Parchi e Giardini. Forse sono determinati dalla famosa rimodulazione della macrostruttura comunale? Oppure?

In compenso sono tornate le uscite per Indennità Posizioni Organizzative circa 40 mila Euro fino ad ottobre 2014.

A tutto questo vanno sommati i compensi e le retribuzioni che vengono liquidate dalle società Partecipate ad esempio SRR.

In conclusione un breve consiglio: per la categoria dirigenti è necessario profondere un maggior impegno nella definizione di obiettivi “chiari” e “contestualizzati”.

Infatti:

– Gli obiettivi dell’attività dei dirigenti non sono sempre chiari, definiti e sfidanti

– Gli effetti, soprattutto “organizzativi”, conseguenti all’attività di valutazione sono scarsi

– Gli indicatori e gli strumenti di misurazione sono ancora semplici, poco “efficaci”.

Ma il nucleo di valutazione del Comune di Lipari cosa fa a tal proposito??

Ho estrapolato alcune frasi riportate nel programma del Sindaco in materia di incentivi al personale che vi riporto di seguito:

“Gli incentivi per il personale previsti dal contratto di lavoro e possibili, vanno concertati, escludendo avanzamenti a pioggia e condizionandoli al raggiungimento di due obbiettivi prioritari, quali: il rispetto dei tempi minimi previsti dalla legge per le risposte alle istanze dei cittadini e l’adozione di procedure di semplificazione e snellimento dei procedimenti della pubblica amministrazione”.

Chissà come si sta procedendo sul tema !

 

 

 

Share