Tarnav collegamenti veloci

Senza zavorre per trasformare queste isole

comizio giorgianni

Sommessamente

Mentre c’è ancora chi, comprensibilmente, si lecca le ferite, fatica a guardare avanti o viviseziona il voto per capire se e quanto conta, il sindaco Marco Giorgianni nel comizio di ringraziamento, annuncia dal balcone : ” ora trasformeremo queste isole ! “. Conoscendo Giorgianni, oggi cinquantenne ma da più di trenta sulla scena politica eoliana, non è un impegno qualunque. Ma l’impegno. Il confermato primo cittadino avverte fortemente il senso di responsabilità affidatogli dall’elettorato. Del resto lo slogan ” Mi fido di Marco ” dopo cinque anni di grandi sacrifici, togliendo anche l’illuminazione dalle strade, è stato azzardato ma , visto il netto risultato, azzeccato.

Ora, come ha dimostrato il voto, senza le zavorre politiche del passato ( disperse su altri fronti) e superata l’epoca del partito famiglia, resta lui , Giorgianni, a dirigere un’orchestra di giovani consiglieri ( non li ha solo Rizzo) chiamata a suonare una musica nuova. Vien da ridere, se si ricordano le difficoltà di cinque anni fa, al pensare che i soliti ” arraggiados” parlino già di sfiducia…

Se da settembre saranno avviati cantieri per opere da venti milioni di euro ( Patto per il Sud) c’è, invece, una sfida da vincere, su tutte, nel quotidiano : quella della gestione integrata dei rifiuti e del relativo deficit strutturale nei porti (si pensi ad esempio a Panarea anche se Lipari non è da meno) oltre al recupero di un maggiore senso civico con l’ausilio della videosorveglianza.

Giorgianni ora, senza conti e visconti, ce la puoi fare e soprattutto sei nelle condizioni di dare una nuova classe dirigente a questo comune. In bocca al lupo !

Peppe Paino

Share