Tarnav collegamenti veloci

Santa Marina Salina : istituiti tre punti sbarco prodotto ittico

pescatori

COMUNICATO STAMPA
In data odierna è stata firmata dal Capo del Circondario Marittimo di Lipari, T.V. Margadonna, l’Ordinanza n.16/2017, che istituisce ed autorizza i punti di sbarco del prodotto ittico nel Comune di Santa Marina Salina.
L’Ordinanza, come proposto dalla locale Delazione di Spiaggia, e in accordo con il Comune di Santa Marina Salina e con l’ASP di Messina, in seguito a puntuali sopralluoghi e dopo un attenta analisi delle esigenze dei pescatori, individua ben tre punti di sbarco: Primario, presso la banchina di Pozzo d’Agnello (senza limitazioni di orario); Secondario, presso il molo di sottoflutto del porto commerciale (senza limitazioni di orario) e Alternativo presso il molo di Lingua ( dalle 08.00 alle 10.00).

“Questo è un grande risultato di cui beneficerà l’intera Comunità” dichiara il Vice Sindaco Domenico Arabia “ottenuto tutto sommato in breve tempo (meno di un anno), e che permette di risolvere le esigenze sia dei pescatori sia di tutti gli acquirenti del prodotto ittico(ristoranti, pescherie e cittadini), frutto di un attento lavoro di coinvolgimento delle categorie interessate, di una programmazione degli interventi infrastrutturali e dell’attuazione delle normative vigenti in materia, in pieno accordo e sintonia con la Capitaneria di Porto di Lipari, con Delemare Salina e con l’Asp di Messina.”
Importante novità contenuta nell’Ordinanza n. 16/2017 è anche la previsione di sbarco del Pesce Spada presso il punto Secondario (molo di sottoflutto) secondo le modalità contenute nell’art. 3.

“Con l’ autorizzazione dei tre punti di sbarco nel territorio comunale, anche per il pesce spada, in luogo dell’unico punto finora esistente a Lipari, i vantaggi sia per i pescatori sia per gli acquirenti saranno tangibili ed immediati” continua il Vice Sindaco “e grazie all’impegno profuso da questa Amministrazione, alla piena disponibilità del Comandante Margadonna, di Capo Miuccio e del Dr. La Macchia dell’Asp di Messina, si è potuti giungere alla risoluzione dell’ annosa questione”.
Si invitano tutti gli interessati a prendere visione dell’Ordinanza n. 16/2017, che a breve sarà pubblicata sul sito istituzionale della Capitaneria di Porto di Lipari, e soprattutto ad attenersi alle modalità di sbarco e vendita del prodotto ittico.

Share