Tarnav collegamenti veloci

San Bartolo per gli scampati pericoli dei terremoti

????????????????

Come ogni 16 novembre Lipari in festa per San Bartolo, nella ricorrenza che attribuisce al santo patrono gli scampati pericoli dei terremoti. Processione nel tardo pomeriggio dal corso verso Marina Lunga per un momento di preghiera davanti alla chiesa di Porto Salvo e ritorno nel centro storico con spettacolo pirotecnico a Marina corta.

 ” È un giorno di festa in onore del nostro santo Patrono sin dal lontano 1895. Proprio in quell’anno – ha ricordato don Giuseppe Mirabito- il Vescovo, l’eoliano Mons. Giovanpietro Natoli, istituisce questa festività per ringraziare il Signore che, intercedente il glorioso Apostolo, scampò Lipari e le Isole Eolie dal flagello dei Terremoti.

sergio costanzo

Nel pomeriggio del 16 novembre 1894, alle ore 18:52 locali, un forte terremoto colpì tutto il settore meridionale della Calabria e la parte nord-orientale della Sicilia. I maggiori effetti si ebbero in un’area di circa 80 kmq compresa tra le pendici settentrionali dell’Aspromonte (i cosiddetti “piani d’Aspromonte”) e la costa tirrenica. Qui ci furono distruzioni e crolli diffusi in una ventina di centri in provincia di Reggio Calabria, tra cui Palmi, Bagnara Calabra e Rosarno, dove gli effetti sono stati valutati uguali o superiori al grado 8 della scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg). I paesi più colpiti però furono San Procopio e Sant’Eufemia d’Aspromonte, dove molti edifici crollarono completamente e l’intensità della scossa raggiunse il grado 9 MCS. Un forte maremoto raggiunse anche le Eolie.

????????????????

Share