Prodotti biotecnologici da scarti pesce : progetto Bythos, un laboratorio anche a Lipari

Il Comune di Lipari, nell’ambito del Progetto Bythos, in qualità di partner insieme all’Università di Palermo (capofila del progetto), all’Università di Malta, al Distretto Pescaturismo e Cultura del Mare, al Ministero per lo Sviluppo Sostenibile, per l’Ambiente e i Cambiamenti Climatici, Dipartimento della Pesca e dell’Acquacoltura di Malta, l’AquaBioTechPMI maltese dell’acquacoltura, ha ottenuto un finanziato di € 2.250.000,00 nell’ambito del programma INTERREG V-A Italia-Malta 2014-2020.

Attraverso la creazione di un laboratorio congiunto nelle due aree di cooperazione, il progetto Bythos mira a sviluppare nuovi prodotti biotecnologici ottenuti da molecole bioattive (incluso il collagene e gli omega 3 e 6) con attività antibatterica, antimicrobica, antitumorale provenienti da scarti di pesce a rifiuti zero.

Il laboratorio Bythos è uno spazio comune istituito in Sicilia e a Malta, dove i ricercatori, gli esperti nel campo delle biotecnologie, le imprese e l’industria incontreranno le imprese locali. Il laboratorio fornirà le tecnologie, gli strumenti e le competenze di esperti, al fine di aumentare gli investimenti in innovazione e ricerca nel campo delle biotecnologie per la salute umana.

Il laboratorio in Italia sarà realizzato nel Comune di Lipari e presso il dipartimento Pesca e Acquacoltura di Malta e comprenderà due spazi: lo spazio biotecnologico per la gestione dei sottoprodotti del pesce prima di essere mandati in laboratorio, lo sviluppo di procedure per il trattamento, l’estrazione delle molecole bioattive (incluso il collagene e gli omega 3 e 6) e la formazione delle imprese in tali procedure. Lo spazio business, per lo sviluppo di business plans e modelling per lo sviluppo commerciale dei prodotti, e il trasferimento di tali business plans agli imprenditori locali, e incontri B2B tra imprenditori, rappresentanti dell’industria farmaceutica/cosmetica e il settore dell’acquacoltura. Ci saranno poi giornate informative, formazione e streaming tra Sicilia e Malta per uno scambio di competenze.

Gli imprenditori partecipanti al progetto potranno conoscere le procedure biotecnologiche per l’estrazione delle sostanze bioattive – prodotti con un valore aggiunto di altissimo livello – e/o per la produzione di mangimistica a rifiuto zero prodotti dagli scarti di pesce provenienti dall’economia locale.

Il progetto è orientato alla comunicazione e divulgazione dei risultati attraverso rapporti già avviati con produttori attivi nel settore farma-cosmetico per la commercializzazione del collagene e altri prodotti contenenti molecole bioattive e con il settore dell’acquacoltura interessati ai prodotti mangimistici.

Ulteriore obiettivo è la creazione di sinergie e lo scambio di competenze, non soltanto tra le due aree di cooperazione ma anche tra il mondo della ricerca e il mondo dell’imprenditorialità.

L’Amministrazione Comunale

SCREENING GRATUITO DEFORMITA’ VERTEBRALI

ginnastica biagio

Share