Tarnav collegamenti veloci

Porti di Vulcano e Stromboli : verso gli incarichi per la progettazione esecutiva

il porto di Vulcano con il pontile degli aliscafi inagibile da settembre 2015

il porto di Vulcano con il pontile degli aliscafi inagibile da settembre 2015

Lipari- E’ stata costituita all’Urega ( ufficio regionale gare) la commissione che dovrà affidare le progettazioni esecutive dei porti di Vulcano e Stromboli. La prossima settimana si conoscerà il nome dei tecnici per delle opere che l’Amministrazione conta di affidare nella prossima primavera. Attesi , soprattutto, i lavori di Vulcano per i quali sono stati stanziati 2 milioni di euro e dove sarà smantellato il pontile in ferro inutilizzato dal 9 settembre del 2015. Cioè da quando il traghetto Pietro Novelli della Siremar si schiantò contro la struttura danneggiandone la testata . Da allora le intenzioni del sindaco Marco Giorgianni, di fronte alle pressanti richieste della cittadinanza, sono subito apparse chiare : basta con le ferraglie per investire in una struttura sicura per i passeggeri in in transito e per gli stessi aliscafi.

Nell’immediato, era ancora estate, furono affrontati dei disagi notevoli con l’impiego di motonavi per minicrociere per il trasporto da e per Vulcano . Successivamente , con la collaborazione della Capitaneria di Porto, fu riorganizzata la banchina, lato navi, per consentire anche l’attracco dei mezzi veloci. Le responsabilità assunte dal primo cittadino , fino all’incidente del Novelli, non sono state di poco conto.

0001

Quel pontile , come molti ricorderanno nel corso dell’estate dello stesso anno ( ma era accaduto anche in passato) aveva rischiato la chiusura da parte del Circomare Lipari per lo stato di forte precarietà della radice del molo. Praticamente, di fronte al peso del passaggio e allo stazionamento di migliaia di turisti rischiava di crollare tant’è che furono displinati gli ingressi con la chiusura – apertura dell’unico varco in corrispondenza con l’arrivo dei mezzi di linea. Per quanto riguarda Stromboli , invece, è previsto l’allungamento del molo di Piscità e la pavimentazione dello scalo principale di Scari ( opere finanziate con 1 milione 700 mila euro).

Share