Pietro Bartolo e trent’anni di sbarchi e naufragi

foto marturano 1

(Comunicato) Ieri pomeriggio soci, simpatizzanti, ospiti e villeggianti hanno riempito i giardini del Centro Studi di Lipari per ascoltare la testimonianza del dottor Pietro Bartolo, colui che per oltre trent’anni è stato il medico di Lampedusa, isola di primo approdo per i tanti migranti che lasciano le coste del Nord-Africa.

L’occasione dell’incontro è stata la presentazione del volume “Le stelle di Lampedusa”, il secondo libro scritto da Bartolo, oggi anche europarlamentare, con l’obiettivo di far conoscere a più persone possibili la toccante storia di Anila e degli altri bambini sbarcati in questi anni sull’isola siciliana. Un libro narrato in prima persona, con il trasporto di chi quelle storie le ha vissute in prima persona, nel proprio lavoro, nella propria isola.foto marturano

Nel corso della serata, in cui sono intervenuti con l’autore il collega medico Gianni Iacolino e Francesco De Domenico, Bartolo è andato al di là del contenuto del volume, ripercorrendo tra parole, immagini e video – molto forti ma dolorosamente reali – trent’anni di sbarchi, naufragi, sofferenze e fortunatamente anche storie a lieto fine di chi si è trovato a essere il primo soccorritore di decine di migliaia di migranti in quella che dovrebbe essere la porta d’Europa. Migranti, ha ripetuto più volte Bartolo, che «sono solo persone come noi».

Il Centro Studi vuole particolarmente ringraziare il dottor Bartolo per aver condiviso con la nostra isola le sue intense esperienze. Con la speranza che il suo messaggio di umanità, da sempre portato avanti con il suo incessante operare, possa essere sempre più trasversale. Per noi, e per i tanti ospiti visibilmente coinvolti, resta la certezza di avere vissuto una serata indimenticabile.

Lipari, 20 agosto 2019

 

Ufficio stampa Centro studi

 

 

 

Share