Pesca illegale : Guardia costiera Lipari sequestra altri 10 km di rete “spadara”

IMG_5432(Comunicato Guardia costiera) Continua incessante l’attività di controllo sulla filiera della pesca da parte dei militari della Guardia Costiera di Lipari, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Catania e della Capitaneria di Porto di Milazzo.

Nel fine settimana, gli uomini a bordo della motovedetta CP 2203, coordinati dal Tenente di Vascello Francesco Principale, hanno intercettato un natante da diporto, alla fonda nello specchio acqueo antistante il molo dell’isola di Alicudi, con a bordo una rete derivante di tipo “spadara” di circa 10 chilometri di lunghezza. Si è proceduto, pertanto, a trasbordare la stessa sull’unità della Guardia Costiera per il successivo sbarco presso la banchina del porto di Pignataro nel Comune di Lipari.pesca illegale reti da posta

I militari hanno, quindi, sequestrato per la successiva confisca l’attrezzo da pesca non consentito e, contestualmente, identificato e sanzionato per un importo di mille euro il proprietario della barca per la detenzione a bordo dello strumento di cattura.

L’operazione descritta è chiaro indice di come la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera  continui a dedicare particolare attenzione al monitoraggio del prodotto ittico dalla cattura alla commercializzazione, a tutela del consumatore finale ed in linea con le proprie competenze e prerogative istituzionali.

Lipari, 14 maggio 2018.

fiera eolian village completo

0001

Share