Tarnav collegamenti veloci

Nuovo look per l’Ars

(ANSA) – PALERMO, 20 NOV – Nuovo look per sala d’Ercole, l’aula dove si riuniscono i parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana nel Palazzo Reale, la più antica residenza d’Europa, dimora dei sovrani del Regno di Sicilia, sede imperiale con Federico II. Gli operai sono al lavoro per ultimare i ritocchi e verniciare gli scranni che accoglieranno i deputati neo eletti. Tutto sarà pronto per la prima seduta del Parlamento, non c’è ancora una data: sarà il presidente della Regione, Nello Muscumeci, a convocare l’aula per l’insediamento.
I lavori sono cominciati due mesi fa circa. Sala d’Ercole è stata svuotata, gli scranni in legno sono stati smontati e sistemati in un corridoio esterno al piano parlamentare dove i falegnami hanno apportato alcune modifiche, forando la parte superiore dove sono state istallate le luci. Le operazioni si sono svolte nelle settimane in cui, fuori dal Palazzo dei Normanni, era in corso la campagna elettorale. Sala d’Ercole ora è in fase di allestimento per l’inizio della XVII legislatura.

Sarà il deputato più anziano, Alfio Papale, 66 anni di Fi, a presiedere la prima seduta della nuova legislatura all’Assemblea regionale siciliana. Nel ruolo di segretari ci saranno i due deputati più giovani: Luigi Genovese, 21 anni di Fi, ed Elena Pagana, 26 anni del M5s.

A fissare la data della prima seduta parlamentare della XVII legislatura sarà il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. Lo farà dopo avere ricevuto la comunicazione da Palazzo dei Normanni dell’avvenuta ricezione delle proclamazioni di tutti i deputati eletti: a quel punto il governatore dovrà stabilire la data della prima seduta, entro il termine di 20 giorni dalla proclamazione dell’ultimo dei 70 deputati eletti.

Durante la prima seduta, l’aula eleggerà il presidente dell’Ars e subito dopo si procederà all’elezione dell’ufficio di presidenza: due vice presidenti (uno vicario), tre deputati-questori e i segretari. Entro i successivi cinque giorni si dovranno costituire i gruppi parlamentari e solo dopo si procederà alla votazione delle liste per le commissioni parlamentari, che una volta istituite provvederanno all’elezione al loro interno degli uffici di presidenza. Espletate queste procedure, come primo atto il governo porterà all’Ars il disegno di legge per l’esercizio provvisorio, che dopo l’esame in commissione Bilancio, arriverà in aula.

Share