Milazzo : incontro Guardia costiera – operatori settore balneare

Comunicato

(Comunicato Capitaneria di Porto Milazzo ) Nell’ambito delle iniziative programmate dalla Capitaneria di porto per la preparazione delle attività legate alla stagione estiva 2019, il Capo del compartimento
marittimo di Milazzo ha incontrato i concessionari degli stabilimenti balneari che ricadono
nella giurisdizione di competenza, presso il salone del Palazzo D’Amico nel Comune di Milazzo.

L’iniziativa ha avuto come principale finalità quella di consolidare un rapporto di proficuo e
costruttivo confronto tra Guardia Costiera e gli operatori del settore balneare con l’intento
di perseguire più efficacemente gli obiettivi condivisi del regolare svolgimento delle attività
balneari, nel rispetto delle regole della sicurezza della balneazione e di tutela
dell’ambiente marino costiero.

Il Capo del compartimento marittimo di Milazzo, C.F. (CP) Francesco Terranova, ha
preliminarmente evidenziato la volontà di procedere ad una revisione dell’ordinanza di
sicurezza balneare, la cui istruttoria è già in corso, ribadendo in quella sede l’importanza
del confronto con gli operatori del settore ed invitando gli stessi a rappresentare eventuali
istanze e proposte, rendendosi disponibile alla loro attenta valutazione.
Una novità che potrebbe essere introdotta nella nuova ordinanza e che è stata
illustrata ai presenti, è quella della introduzione di una “cheklist” contenente i principali
obblighi e prescrizioni a carico dei concessionari, considerato uno strumento utile di
autocontrollo da parte degli operatori ed un efficace mezzo di responsabilizzazione degli
stessi.

Numerosi sono stati inoltre gli argomenti trattati durante il confronto.
Sono stati, evidenziati con particolare attenzione gli obblighi relativi alla erogazione
del servizio di salvamento, che ricadono in capo ai concessionari/titolari delle strutture
balneari. Detto servizio costituisce, infatti, una articolazione specialistica censita nell’ambito
della locale pianificazione del soccorso in mare, con cui vige l’obbligo di collaborazione.
Con riferimento alla gestione della sicurezza in mare si è fatto un cenno anche agli
apprestamenti di primo soccorso che devono essere presenti presso gli stabilimenti
balneari e all’importanza di segnalamenti da posizionare a tutela delle attività legate alla
balneazione.

È stato fatto riferimento, altresì, al ruolo significativo svolto dai concessionari in
merito alla pulizia delle aree assentite in concessione e degli spazi limitrofi, invocando la
necessità di creare le sinergie anche con le amministrazioni comunali nell’intento di
mantenere in buone condizioni i litorali frequentati dai bagnanti. In questo senso la Guardia
Costiera di Milazzo ha voluto anche sensibilizzare i concessionari a fornire il proprio
contributo al processo di riduzione o eliminazione dei rifiuti di plastica sulle spiagge,
adottando buone pratiche e modelli di comportamento rispettosi dell’ambiente attraverso
l’utilizzo di materiali biodegradabili per la somministrazione di cibi e bevande.

Nella stessa mattinata, inoltre, il battello pneumatico della Guardia costiera di
Milazzo GC A 64 è stato impegnato in attività di vigilanza all’interno dell’area marina
protetta denominata “Capo Milazzo”. Durante l’attività di sorveglianza il mezzo nautico ha
individuato e rimosso un attrezzo da pesca abbandonato in prossimità della baia
Sant’Antonio. Le operazioni di vigilanza all’interno del perimetro dell’area marina protetta si
intensificheranno nei prossimi mesi, anche in forza di apposita convenzione stipulata tra il
Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ed il Ministero dell’ambiente e
della tutela del territorio e del mare.

PROSSIMA APERTURA SEDE A LIPARI

airmax1

airmax2

Share