Milazzo: ancora proteste per l’imbarco sulla nave con auto al seguito

Riceviamo da Luca Chiofalo e pubblichiamo

milazzoritardoAncora una volta ho assistito a scene di “ordinario” e giustificato nervosismo da parte di chi deve accedere al porto di Milazzo per raggiungere le Eolie. Le legittime rimostranze di chi deve prendere il traghetto sono dovute alla cervellotica direttiva, in vigore da qualche tempo, di presentarsi alla sbarra di ingresso non prima di un’ora dalla partenza della nave e solo dopo aver fatto apporre, in un altro luogo, un timbro sul biglietto acquistato. In grande difficoltà, in questo assurdo percorso perditempo, si trovano già gli Eoliani (pratici della zona), immaginiamo quanto lo siano i turisti che devono imbarcarsi verso le nostre isole… Nessuno tra i nostri innumerevoli “politici” si sente di sollecitare le autorità competenti a studiare una più semplice e sensata procedura di imbarco…?

CORDIALMENTE

LUCA CHIOFALO

Share