Malfa e il contributo di sbarco : Corrieri pronto a chiedere revoca in autotutela delibera consiliare

di Daniele Corrieri

Gentile Direttore,

ho letto che anche Lei col Suo giornale, segnala l’anomalia della votazione del consiglio comunale di Malfa, dove con 5 voti favorevoli e 5 voti astenuti, la delibera consiliare di aumentare la tassa di sbarco ed esentare l’interisola col Comune di Lipari, si ritiene approvata.

Verificando lo Statuto del Comune di Malfa e relativa pubblicazione sulla  Gazzetta Ufficiale Regione Sicilia, sembra che l’approvazione sia irregolare, vedi articolo 26 che dice:

 Art. 26
Votazioni

Nei casi disciplinati espressamente dalla legge, dallo statuto e dal regolamento, le votazioni su questioni concernenti persone o elezioni avvengono a scrutinio segreto. Le altre votazioni palesi, come disciplinato dal regolamento, avvengono per alzata di mano, o per alzata e seduta, o per appello nominale.
Le proposte di deliberazioni sono votate nel complesso, o per articoli e nel complesso, secondo quanto stabilito dal regolamento.
Le proposte sono approvate quando ottengono la maggioranza assoluta dei voti favorevoli dei consiglieri presenti, salvo speciali maggioranze previste dalla legge o dallo statuto.
I consiglieri che si astengono vengono computati nel numero dei presenti, tranne le ipotesi del precedente art. 9. In quest’ultimo caso, qualora gli interessati non dovessero allontanarsi dall’aula, non vengono computati nel numero dei presenti necessari per la validità della seduta e nemmeno ai fini del computo della maggioranza assoluta.

Visto quanto sopra e in attesa dell’ufficialità della pubblicazione, della delibera del consiglio comunale di Malfa all’albo pretorio comunale, mi riservo in caso di conferma dell’approvazione, di:

Richiedere al Presidente del Consiglio e al Segretario del comune di Malfa, la REVOCA IN AUTOTUTELA.

Pensi un po’….se è sbagliata…il Comune di Lipari incassa 200 mila € in più…e a Salina i turisti in arrivo pagheranno meno di tassa di sbarco!
Allego Statuto Comune di Malfa che, nei fatti, il regolamento lo inserisce all’interno dello stesso statuto.

http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g04-22s/g04-22s-p5.htm

 

Share