Malfa, contributo di sbarco : Corrieri chiede revoca in autotutela delibera consiliare

Spett/le Comune di Malfa

C.a. Presidente del Consiglio Dott. Mario Virgona,  del Segretario Comunale, Dott.ssa Schillaci, del Sindaco Dott.ssa Clara Rametta e p.c. Consiglieri Comunali

Lipari, 04-04-2018

Oggetto: Richiesta di Ritiro in Autotutela Vs delibera N° 20 del 29-03-2018.

Il sottoscritto Daniele Corrieri, nato a Lipari il xxxxx e Residente a Lipari in xxxxx

Richiede il Ritiro in Autotutela della vs delibera N°  20 del 29 marzo 2018

In riferimento alla seduta del Consiglio Comunale del Comune di Malfa del 29 Marzo 2018 e relativa Delibera N°20, pubblicata su Albo Pretorio Comune di Malfa in data 30-03-2018

Richiedo e Vi invito alla Revoca in Autotutela, essendo che in votazione della seduta consiliare, la stessa risulta avere, 5 voti favorevoli e 5 Astenuti.

Visto il risultato della Votazione e letto il Vs Regolamento Statutario e in particolar modo l’ art.26 pubblicato su Gazzetta Ufficiale Regione Sicilia, in data 22 Maggio 2004 (Gurs parte I N°22),  la Delibera non è  approvabile, contrariamente a quanto pubblicato che risulta approvata.

Tale richiesta la motivo:

Dichiaro che sono cittadino Italiano e Residente a Lipari, pertanto interessato agli incassi della tassa di sbarco e il suo utilizzo secondo le leggi vigenti, oltre al diritto di cittadino a rilevare e a tutelare la legittimità di atti pubblici.

Sottolineo, che la Vs  delibera, esenterebbe i turisti provenienti dal Porto di Santa Marina, pertanto il Comune di Lipari per l’anno 2018, avrebbe incassi in meno rispetto al 2017 (competenze arrivi da Santa Marina -Salina) e il tutto si ripercuoterebbe a eventuali ridimensionamenti di servizi e altro previsto di legge, per l’anno 2018 e probabilmente per l’anno 2019, sul territorio del Comune di Lipari.

Visto quanto sopra, si richiede giusta risposta nei termini di Legge, la stessa corredata, da giusta motivazione .

In caso di Vs diniego, mi riservo di procedere per le vie previste della normative vigenti, a tutela della legalità e legittimità degli atti.

Cordialmente

Daniele Corrieri

Share