Lipari, blocco edilizia : Consiglio comunale sollecita soluzioni

Riceviamo dalla consigliera Annarita Gugliotta e pubblichiamo:

Gentile Direttore,  inoltro in allegato

– testo dell’ ordine del giorno riguardante il blocco dell’edilizia nel nostro Comune a causa delle osservazioni al PRG da parte della Soprintendenza , presentato dal Vento Eoliano ed approvato ad unanimità dal Consiglio Comunale di Lipari;
– richiesta istituzione commissione speciale sui trasporti, proposta dal Vento Eoliano ed approvata ad unanimità dal Consiglio Comunale nella giornata di ieri.

ORDINE DEL GIORNO

Viste le lettere aperte inviate dall’Associazione dei Geometri Eoliani che lamentano la decisione del Soprintendente della Soprintendenza BB.CC.AA. di Messina, confermata dal Dipartimento Regionale del Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, che ritengono il Piano Regolatore del Comune di Lipari privo di validità essendo stato adottato dal Commissario ad Acta , senza sottoporlo al parere della Soprintendenza BB.CC.AA;

Visto che il Soprintendente motiva detti pareri contrari in forza del seguente dispositivo: “Considerato che l’art. 145 3° comma del D.Lgs 42/2004, aggiunge che “ Le previsione dei piani paesaggistici di cui agli artt. 143 e 156 non sono derogabili da parte dei piani, programmi e progetti nazionali o regionali di sviluppo economico, sono cogenti per gli strumenti urbanistici dei comuni, delle città metropolitane e delle province, sono immediatamente prevalenti sulle disposizioni difformi eventualmente contenute negli strumenti urbanistici, stabiliscono norme di salvaguardia applicabili in attesa dell’adeguamento degli strumenti urbanistici e sono altresì vincolanti per gli interventi settoriali. Per quanto attiene alla tutela del paesaggio, le disposizioni dei piani paesaggistici sono comunque prevalenti sulle disposizioni contenute negli atti di pianificazione ad incidenza territoriale previsti dalle normative di settore (…)” ;

Vista l’ interrogazione inoltrata tramite pec in data 29.03.2018, ivi integralmente richiamata, con la quale si chiedeva di valutare l’ opportunità di convocazione del Consiglio Comunale al fine di discutere sul totale blocco dell’edilizia causato delle osservazioni formulate dalla Soprintendenza BB.CC.AA. di Messina e del Dipartimento Regionale del Beni Culturali e dell’Identità Siciliana sul nostro P.R.G.;
Considerato che né il Soprintende ne l’Assessorato Regionale Beni Culturali, in sede di ricorso gerarchico, prendono atto del D.D.G. n° 584/DRU del 29.07.2011 con il quale è stato approvato il P.R.G. con annesso Regolamento Edilizio del Comune, in conformità al parere reso il 09.09.11 dal Consiglio Regionale dell’Urbanistica con voto n° 303 del 01.02.2011 pubblicato in G.U.R.S. n° 38 S.O. ;

Considerato che altresì non viene preso in considerazione il D.D.G. n° 00136 del 19.05.2015 dell’Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Urbanistica, con il quale si decreta l’efficacia, a seguito della Sentenza del TAR di Palermo n° 786/15 della Delibera n° 01 del 02.05.2007, con la quale il Commissario ad Acta del Comune ha adottato il P.R.G. con annesso Regolamento Edilizio del Comune;
Considerato il differente orientamento ed interpretazione tra la precedente Amministrazione dell’Istituto messinese e l’attuale, tale da determinare una diversità di comportamento e di trattamento tra cittadini e sta altresì sta provocando un totale blocco dell’edilizia e di quanti operano e lavorano nel settore dell’edilizia,

Tutto ciò premesso il Consiglio Comunale
Delibera
Di impegnare l’ Amministrazione del Comune di Lipari ad intraprendere tutte le opportune iniziative al fine di intervenire con la massima urgenza presso gli organi competenti, così da chiarire definitivamente se in sede di adozione del P.R.G. del Comune di Lipari sono state poste in essere le giuste procedure, tali da renderlo validamente adottato . Diversamente si chiede di provvedere con gli atti di competenza , al fine di superare l’empasse che nell’ultimo anno ha creato un vero e proprio blocco dell’edilizia.
Di interpellare gli operatori del settore e le rispettive associazioni di categoria al fine di garantire un confronto con tutti i portatori di interesse.
Lipari, lì I sottoscritti Consiglieri Comunali

 

Commissione trasporti

Share