Liberty lines : le richieste dell’Amministrazione

pontile aliscafi 1( Comunicato) Si è tenuto stamani ( ieri, martedì, ndr) al comune di Lipari l’incontro programmato dall’Amministrazione con la Liberty Lines alla presenza del sindaco Giorgianni e dell’assessore ai trasporti Pajno e, per la Liberty Lines, il Direttore Commerciale Dott. Nunzio Formica e il Responsabile del settore Eolie Rag. Giuseppe Natoli. L’incontro ha avuto lo scopo di fare chiarezza sui disagi subiti dall’utenza in questo ultimo periodo. Il Sindaco ha fatto presente che non è assolutamente tollerabile ricorrere al piano a tre per ogni avaria o problematica che i mezzi accusano durante il servizio così come ha chiesto l’adeguamento della flotta e di conoscere in tempi brevi il piano d’investimento che la Società intende adottare.
In conclusione è stato richiesto dall’assessore Pajno, con riferimento alla Liberty Card, che sia adottata una scontistica anche ai nativi alle Eolie residente fuori dalla regione Siciliana. Inoltre ha fatto presente quanto potrebbe essere utile in termini di tempo e denaro prendere in seria considerazione, approfittando della linea Eolie – Messina, lo scalo di Villa San Giovanni.

L’intercettazione delle coincidenze di Trenitalia a Villa San Giovanni consentirebbe di ridurre la durata del viaggio da e per le Eolie dalle 3 alle 5 ore. Con le linee estive anche per chi è diretto a Stromboli il viaggio si ridurrebbe ulteriormente, senza per questo entrare in concorrenza con il servizio metromare.
Il dott. Formica ha fatto presente che già la scorsa estate le Eolie hanno avuto in servizio il Gianni M., prossimamente in servizio, mentre per la prossima stagione estiva è previsto l’arrivo del Carmen, battello gemello dell’Ammarì. Per il prossimo anno è già in cantiere un terzo aliscafo;, una media di un natante l’anno. Ha quindi spiegato che spesso il piano a tre è una condizione che si crea in caso di criticità rilevata di un battello perché si possa tempestivamente e contestualmente intervenire nell’adeguamento dello stesso.

La Società ha per questo allestito a Milazzo un’officina che lavora h24 per una tempistica sempre più veloce. A conferma di quanto dichiarato fa rilevare che dall’aprile 2016 al febbraio 2018, se si esclude il periodo di dieci giorni per le dovute autorizzazioni per ritornare con il Piano a 4, i giorni in cui si è viaggiato con il Piano a 3 sono solo 18, un numero veramente irrisorio.

Per quanto concerne la Liberty Card ha risposto che si sta già ragionando su una scontistica da applicare anche ai nativi non residenti in Sicilia, ma che non si è ancora definito in che termini potrebbe essere adottata.

Share