Tarnav collegamenti veloci

Legambiente Lipari : immobili abusivi di interesse pubblico ? Da affidare per attività sociali

Il consiglio comunale, convocato per l’11 settembre prossimo, ha tra gli argomenti
in discussione, dal punto 22 al punto 31, “immobili abusivamente realizzati –
applicazione dell’art. 31, comma 5 del D.P.R. n. 380/2001 – Dichiarazione di
prevalente interesse pubblico al mantenimento delle opere”.
L’art. 31, al comma 5, espressamente prevede quanto segue:

5. L’opera acquisita è demolita con ordinanza del dirigente o del responsabile del
competente ufficio comunale a spese dei responsabili dell’abuso, salvo che con
deliberazione consiliare non si dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici
e sempre che l’opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici o ambientali.

Il nostro circolo non intende entrare nel merito delle singole pratiche che saranno
prese in considerazione dal consiglio comunale, come recita il comma sopra
riportato le opere che contrastano con gli interessi urbanistici e ambientali vanno
demolite, in caso contrario, riteniamo di poter suggerire un criterio generale di
priorità da tenere in debito conto.

Invitiamo i consiglieri comunali a prendere in considerazione l’ipotesi di affidare
gli immobili in parola ad associazioni culturali, enti, organizzazioni di
volontariato, cooperative sociali, nonché alle associazioni di protezione
ambientale, per lo svolgimento delle seguenti attività:

– la realizzazione di centri di aggregazione sociale, finalizzata alla formazione e
valorizzazione dell’attività culturale del territorio;
– tutela del diritto alla salute ed alla sicurezza sociale, promozione delle forme di
aiuto e di integrazione per situazioni di emarginazione sociale e tutela dei soggetti
diversamente abili o svantaggiati, minori e anziani;
– tutela e valorizzazione dell’ambiente, del paesaggio, di specifiche realtà locali e del patrimonio storico ed artistico;
– promozione di iniziative culturali che valorizzino e impegnino le diverse espressioni dell’associazionismo eoliano;
– promozione della pratica sportiva;
– promozione e sviluppo delle iniziative in ambito giovanile;
– promozione e sviluppo delle attività agricole, forestali, zootecniche, avicole e della
pesca;
– promozione e produzione di attività teatrali, artistiche, musicali, folcloristiche,
scoutistiche e organizzazione del tempo libero.

Tutto questo, attraverso una o più idee progettuali da presentare
all’Amministrazione per l’utilizzo del predetto bene come strumento di sviluppo
del proprio territorio.

Suggeriamo, infine, di attribuire spazi adeguati di accoglienza per alcuni uffici
comunali e liberare il Palazzo Lenti di via Maurolico, restituendolo al ruolo di
Galleria del Cipra.

Il Presidente del circolo
Dott. Giuseppe La Greca

Share