Legambiente Lipari denuncia sversamento in mare di sabbia e liquami a Marina corta

la piazza di Marina Corta

Marina Corta

Per l’ennesima volta, come ci segnalano numerosi testimoni – esercenti commerciali, pescatori, cittadini – anche stamattina gli operai comunali intenti a ripulire via Roma dai residui portati dalle ultime piogge hanno scaricato in mare ingenti quantitativi di sabbia, peraltro intrisa dei liquami che sgorgano frequentemente dai tombini della stessa strada.

Scaricare terra, sabbia o altro materiale in mare costituisce un REATO AMBIENTALE.

Ci chiediamo dunque se si tratti di una scelta autonoma da parte del personale del Comune di Lipari o – più probabilmente – se qualche funzionario o dirigente responsabile che coordina questo genere di interventi abbia impartito loro tale direttiva, e in questo caso come intenderebbe giustificarla.

Ci chiediamo altresì cosa faccia l’UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO di fronte a questa pratica consueta e diffusa: intende intervenire e reprimerla o lasciare che abusi del genere si ripetano indisturbati, con l’aggravante di venire compiuti nel corso attività pertinenti ai compiti dell’ente municipale?

Tramite l’ufficio legale regionale, il Circolo di Legambiente intende inoltrare un esposto alla Procura della Repubblica in merito all’episodio, ma anche a quelli che lo hanno preceduto. Si ringraziano i cittadini che hanno fatto pervenire la segnalazione e le fotografie.

 

CIRCOLO LEGAMBIENTE LIPARI

 

Share