L’album dei ricordi : Alicudi su Mondo Sommerso (1970)

alicudi 1

A cura di Massimo Ristuccia

 Rivista Mondo Sommerso del giugno 1970
ALICUDI di Roberto Merlo

Seychelles, Comores, Ceylon : località, nomi esotici che fanno sognare!… Ma la nostra, stavolta, non è una spedizione in mari tropicali, ma solo un viaggio in casa nostra, dove ritroviamo quel blu intenso che conosciamo solo nel Mediterraneo, in questo mare che si dice morto e così non è, quando non ci arrivino il catrame, i solventi chimici, gli inquinamenti cloacali. La scelta cade su di una isoletta da tutti conosciuta e sempre scartata per la difficoltà di raggiungerla : Alicudi, vicinissima al campo di gara in cui si è svolto l’ultimo Campionato del Mondo di caccia subacquea alle Eolie.

alicudi 2

Con noi è un sub illustre: Carlo Gasparri veterano della squadra azzurra di caccia sub acquea; completa il gruppo un primario di un ospedale torinese, Alfonso Cazzano, ed una fotomodella di nome Giovanna. Compagnia molto eterogenea che, però, si amalgama subito e, dopo i mugugni dei primi giorni,  si adatta alla vita durissima che attende chi ha la disgrazia di venire a « lavorare >in mare con me.  Carlo Gasparri è un validissimo sub — è ovvio dirlo (più volte campione italiano) -ma ha certo un caratterino ribelle.

alicudi 3 a

L’isola Alicudi si presenta come un grande cono che si erge improvvisamente dal ma re; la sagoma denuncia chiaramente la sua origine vulcanica, come del resto tutte le Eolie. L’isola è tutta costellata di case che si affacciano sul mare, attorniate da un meraviglioso verde, cangiante di toni per la varietà delle piante.

Pensiamo di trovare molta gente mentre ci inerpichiamo sulle caratteristiche gradinate che portano sino alla vetta. Ci sono case fatte con grazie, direi quasi con stile, con delle meravigliose terrazze sostenute da pilastri in muratura, scalette esterne….Entriamo. Tutte vuote! Pavimenti decorati a mano, forni all’esterno attorniati da vegetazione e molti fiori; il tutto sembra un paesaggio di fiaba.

alicudi 3 b

A sera consumiamo un succulento pranzo di aragoste e il delegato sindaco, una pittrice milanese, Gianna Frati (unica turista), ed il dottore ci spiegano il dramma di questa isola. Quasi tutti gli abitanti sono scappati in Australia, abbandonando le case intatte. Ci sono rimasti alcuni vecchi e due giovani che però non si sposano perché donne della loro età non ce ne sono e dalle altre isole non vogliono venire, quaggiù, a vivere isolate.alicudi 4 a

Se volete fare dei buoni affari per passare le vacanze, questo è’ un posto ideale. Le case sono quasi tutte in vendite; quelle molto in altro  e lontane dal mare costano sulle 100 mila lire, le case a media distanza 300/500 mila lire, mentre le case sulla spiaggia oltre due milioni. Ma torniamo sott’acqua. Non ho mai trovato in Mediterraneo delle salpe così grandi.  In branchi enormi, girano vicino a costa.  In certi punti, però, il fondale esplorato dal nostro campione è poverissimo,  formato da massi vulcanici che precipitano nel blu.

E’ la stagione delle ricciole: infatti, appena arrivati, ricordo che stavano imbarcandone una di 54 Kg. presa alla traina; è la più grossa ricciola che io abbia mai visto.  Gasparri a tale vista freme, io non posso andare in mare con lui, perchè devo preparare tutti gli apparecchi. Al pomeriggio tardi,  l’arrivo di Gasparri è preceduto da un ragazzino con gli occhi fuori dalle orbite che urlava ai pochi passanti : « è un Campionario ». Cos’è successo? Corriamo tutti a vedere.  Tanto per sgranchirsi le dita, il primo giorno il Gasparri ha portato a casa una ricciola di 35 chili, tre cernie di 15 chili ed una teoria di altri pesci che non finisce più.  Tale impresa lo fa battezzare d’ora in avanti « Campionario » ed è l’ammirazione degli isolani.

alicudi 4 b

alicudi 5 a

alicudi 5 balicudi 6 aalicudi 6 b

Share