Inceneritore: Valle del Mela marca stretto Soprintendente

protesta inceneritore

Ottima la partecipazione alla mobilitazione di ieri pomeriggio: circa 500 cittadini provenienti dalla Valle del Mela e non solo si sono dati appuntamento ieri pomeriggio  nei pressi della Soprintendenza di Messina per richiamarla al rispetto del Piano paesaggistico dell’Ambito 9, che vieta categoricamente la realizzazione di qualsivoglia inceneritore e di impianto di trattamento dei rifiuti nella fascia costiera ove A2A ha progettato il famigerato mega inceneritore del Mela.

 Nonostante la trasferta ed il giorno lavorativo, la partecipazione dei cittadini è andata ben al di là delle nostre aspettative, con autobus stracolmi e molti costretti a raggiungere il Viale Boccetta con mezzo proprio. E’ il segno che i cittadini non sono affatto intenzionati a rassegnarsi davanti all’arroganza di chi vorrebbe a tutti i costi autorizzare un inceneritore di fatto abusivo.

A circa un mese dalla nostra richiesta e solo grazie alla mobilitazione popolare, il Soprintendente di Messina Orazio Micali stavolta ha accettato di riceverci in delegazione assieme ad altre associazioni del territorio, a cui si sono aggiunti alcuni  tra  sindaci e deputati presenti alla manifestazione. Lo ha fatto non senza polemiche, in quanto ha rivendicato di non aver voluto accettare in un primo tempo l’incontro con la scusa di non poter “perdere tempo” per “discutere amenamente” (cosa ci sia di ameno in una richiesta di chiarimenti sull’applicazione del Piano Paesaggistico resta un mistero).

 Noi siamo andati all’incontro “armati” di tutta la documentazione del caso per rendere evidente al Soprintendente chel’inceneritore di A2A è categoricamente vietato dal Piano Paesaggistico.

Infatti l’impianto si trova, come lo stesso Micali ha di fatto ammesso, nelle aree sottoposte nel Piano al regime normativo “12o”. Il Piano afferma che “In queste aree non è consentito realizzare discariche di rifiuti urbani ed impianti per il trattamento dei rifiuti”[1].

 Tuttavia il Soprintendente non ha voluto seguire il ragionamento ed anzi, paradossalmente, ha messo in dubbioche il Piano contenga prescrizioni. Inoltre ha preso le distanze dai contenuti del Piano (sebbene sia tenuto ad applicarlo) ed ha sparato a zero sul MiBACT (Ministero dei Beni Culturali), giudicato “incompetente” e le cui posizioni negative sull’inceneritore sono state definite “illegittime” ed “ideologiche”.

 Affermazioni gravissime rivolte ad una istituzione nazionale che per legge gestisce con il MATTM la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.

E questo sol perché il MiBACT, a differenza di Micali, finora ha assunto una posizione contraria all’impianto di A2A, facendo peraltro il suo dovere ai sensi di legge?

 Pertanto abbiamo espresso a Micali la nostra intenzione di mettere in campo tutte le possibili azioni legali nel caso in cui il Piano Paesaggistico non venga correttamente applicato nel parere sull’inceneritore.  Il Soprintendente sembra non aver gradito tale determinazione, affermando di considerarla come una minaccia: se ne faccia una ragione, noi siamodeterminati a giocare la partita fino in fondo ed a vincerla, insieme a tutti i cittadini. E questo ormai dovrebbe essere chiaro anche al Soprintendente.

 Ovviamente l’iniziativa di ieri era solo l’antipasto. Ai cittadini chiediamo di continuare ancora più determinati una battaglia che comunque non può essere soltanto legale. I cittadini dovranno presto tornare a far sentire la propria voce, anche inchiodando politici ed amministrazioni alle proprie responsabilità: è vero che il Soprintendente è un tecnico, ma è comunque nominato e tenuto a rispondere ad organi politici.

 Intanto occhi puntati alla riunione che oggi pomeriggio si terrà tra vari Sindaci del comprensorio: oggetto della discussione è la possibilità, da noi più volte auspicata, di intervenire legalmente contro i ricorsi che puntano ad annullare o modificare il Piano Paesaggistico, spianando la strada all’inceneritore.

Comitato dei cittadini contro l’inceneritore del Mela

Comitato NO inceneritore del Mela

Share