Tarnav collegamenti veloci

Il Cento studi ricorda gli 80 anni della morte di Carlo Rosselli

rosselli articolo

Il 9 giugno scorso, in piena campagna elettorale nel nostro Comune, ricorrevano gli ottanta anni della morte di Carlo Rosselli, che fu ucciso il 9 giugno 1937, insieme al fratello Nello, a Bagnoles-de-L’Orne, da un gruppo di sicari appartenenti alla “Cagoule”, un’organizzazione politica di estrema destra che aveva legami col fascismo. La coincidenza di date e il rischio di strumentalizzazioni ci hanno indotto a commemorare con

qualche giorno di ritardo la ricorrenza.

Il Centro Studi Eoliano è uno dei testimoni all’interno della nostra Nazionale dell’antifascismo preresistenziale. Convegni, libri, il recente progetto del Percorso del Confino, e i Quaderni del Confino di Giuseppe La Greca sono la testimonianza più viva dell’interesse che ancora oggi suscita lo studio di quel periodo in tutta l’Italia.

L’isola di Lipari è indissolubilmente legata alla figura politica di Carlo Rosselli; nella nostra isola, tra il 1928 ed il 1929, scrisse il saggio “Socialismo liberale”. Con la fuga da Lipari, nel luglio 1929, di Carlo Rosselli, Emilio Lussu e Francesco Fausto Nitti, grazie alla collaborazione preziosa di Don Eduardo Bongiorno, si contribuì in maniera significata a far conoscere la realtà del fascismo e dell’antifascismo di quegli anni in Italia.

Lipari, 13 giugno 2017

Il Presidente del Centro Studi

Nino Saltalamacchia

 

Share