Guardia costiera : il bilancio dei soccorsi e dei controlli in mare nel comprensorio a ferragosto

IMG-20150519-WA0003

( Comunicato Guardia costiera) Nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro 2018, per la giornata di Ferragosto gli uomini della Guardia Costiera di Milazzo sono stati impegnati in un’intensa attività operativa al fine di garantire la sicurezza dei bagnanti a tutela della sicurezza della balneazione e della navigazione del diporto, nonché dell’ambiente marino costiero.

Sono stati impegnati lungo tutto il litorale di competenza 2 unità navali, e 3 pattugIie terresti, per vigilare durante l’arco di tutta la giornata che le attività ludico ricreative in mare si svolgessero in maniera sicura e regolare.

Il ferragosto è stato caratterizzato da una importante instabilità delle condizioni meteorologiche, con la presenza di improvvisi rovesci che hanno interessato anche la fascia costiera del compartimento marittimo di Milazzo. In particolare nella giornata del 14 agosto un improvviso fortunale ha sorpreso due unità da diporto in navigazione in prossimità di Capo Milazzo. Le due unità, con a bordo 12 persone di cui 5 bambini, sono infatti rimaste alla deriva a causa di avarie ai motori ed ai sistemi di alimentazione. È stato quindi necessario l’intervento della dipendente vedetta CP 875 che ha fornito assistenza ai diportisti con l’ausilio di un battello della società “Mare Pulito”. Tutti i diportisti sono stati sbarcati presso il porto di Milazzo in buone condizioni di salute. Contemporaneamente e sempre a causa del violento temporale che si è abbattuto sulla costa, una imbarcazione a vela battente bandiera belga ancorata alla fonda in rada in prossimità del porto di Milazzo, è stata sospinta sui frangionde della diga foranea.  Anche in questo caso si sono attivati i soccorsi coordinati dalla Guardia costiera di Milazzo con il coinvolgimento di un gommone dei Vigili del fuoco e di un rimorchiatore del porto di Milazzo. La tempestività dell’intervento e la professionalità degli i operatori ha consentito di mettere in sicurezza l’unità che avrebbe potuto subire danni molto più rilevanti e causarne all’ambiente.

Non sono mancate le attività di controllo e vigilanza su tutto il litorale di competenza.

Gli uomini della Guardia Costiera hanno, infatti, elevato sanzioni amministrative ai conduttori di unità da diporto che si sono resi responsabili della violazione di alcune prescrizioni del regolamento della Riserva naturale orientata laghetti di Marinello e più in generale ai diportisti che in navigazione non rispettavano la distanza minima dalla costa. Sanzioni amministrative sono state elevate a seguito di accertamento di violazioni dell’ordinanza di sicurezza balneare da parte di uno stabilimento ed uno scarico di reflui non autorizzato presso il litorale di Patti Marina.

Sono stati effettuati, anche, alcuni controlli anche presso le aree demaniali utilizzate per la sosta di camper nella zona di ponente del comune di Milazzo.

Il personale del battello GC A64 ha, inoltre, accertato la presenza di corpi morti e gavitelli posizionati abusivamente nello specchio acqueo antistante l’imboccatura del porto di Milazzo, ed ha proceduto a redigere relativa informativa di reato alla competente Procura della Repubblica.

Molto intensa, anche, l’attività operativa espletata dagli uffici dipendenti di Lipari e Sant’Agata che tra i giorni del 14 e 15 agosto hanno effettuato ben 14 operazioni di  soccorso, fornendo assistenza a n. 30 diportisti.

L’attività della Capitaneria di porto Guardia Costiera di Milazzo, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” continuerà senza sosta fino al termine della stagione balneare.

Share