Tarnav collegamenti veloci

Giorgianni : ” Sulla Lipari Porto castelli in aria per fini elettorali “

Lipari- Conferenza stampa del sindaco Marco Giorgianni sullo stato di fatto della Lipari Porto alla vigilia del Consiglio comunale sull’argomento. Una conferenza stampa , praticamente , sul nulla se non come ha dichiarato il Sindaco per fornire dei chiarimenti in merito” ai castelli in aria costruiti per fini elettorali da chi non è neanche consigliere comunale”. Chiarimenti che saranno forniti anche e soprattutto domani in Consiglio comunale. Giorgianni a proposito delle polemiche sollevate negli ultimi giorni ha evidenziato come siano state provocate dalla ricerca di una relazione che ogni anno, come per tutte le partecipate, si invia al Segretario generale  . Una relazione del 2016 , lo ricordiamo,  per parlare di fatti, che evidenzia come dal punto di vista economico – finanziario il risultato d’esercizio al 31.12.2015, approvato a maggio 2016 , ammonta ad un risultato negativo pari a 47.785 euro, essenzialmente per i costi di gestione ordinaria.

gestori pontili

Ed ancora che il patrimonio netto è pari a 930. 277 euro mentre la posizione finanziaria netta a breve termine è negativa per 579.451 euro. Nel corso del 2016 , inoltre, non sono stati effettuati investimenti e la società non ha avuto dipendenti. Come ha fatto presente con lo stesso documento il presidente Giancarlo Niutta “ si stanno verificando tutte le possibilità di finanziamento , sia privato che pubblico agevolato, attraverso costanti confronti tra i soci per la scelta di ulteriori soluzioni che possano compendiare le esigenze della comunità locale , turistiche e della portualità nonché economiche e di redditività per un diverso sviluppo della mission cui la società è deputata”.

Per adeguare, infatti, il faraonico e contestato , a più non posso, progetto originario del 2007, è stato incaricato l’avv. Giovanni Monforte di Messina per offrire “ valutazioni giuridiche sul concreto percorso da seguirsi ed alla Dinamica srl ( dell’ing. Sutera, ndr) per uno studio intanto di prefattibilità di soluzioni all’avanguardia , economicamente sostenibili e perfettamente adeguate al tessuto economico ed ambientale liparese concentrando gli interventi solo su Marina corta e Pignataro”.

Va ricordato che la Lipari Porto fù costituita il 1° ottobre del 2007 dalla Società Italiana per Condotte d’Acqua Spa propostasi come socio di privato di maggioranza in relazione ad uno studio di fattibilità approvato dal consiglio comunale il 14 settembre del 2006. Ciò, ovviamente, dopo il bando di gara europeo bandito dal Comune attraverso la precedente amministrazione del sindaco Mariano Bruno e la selezione da parte di una commissione interna del socio. Aspetti questi ultimi sui quali spesso non si ragiona abbastanza.

Infatti, in campagna elettorale si preferisce fare polemica sterile per non dare risalto piuttosto al fatto che il Comune in questi anni ha evitato un contenzioso col socio di maggioranza ottenendo la possibilità della rimodulazione dei progetti per una darsena che coinvolga attivamente anche i gestori dei pontili.

Share