Giorgianni porta Rizzo in Tribunale

In Consiglio comunale le dichiarazioni del leader di Vento Eoliano. Sul rendiconto maggioranza ” sottosopra”

Scrive il sindaco Marco Giorgianni su Fb:

sponsor” Mi viene riferito, non essendo presente nel Consiglio Comunale di oggi, che il Consigliere Rizzo abbia fatto intendere, nel suo intervento, che l’Amministrazione di Lipari da me guidata abbia richiesto e ricevuto dalla Liberty Lines 100.000,00 euro per la festività di San Bartolo in cambio del quale avrebbe a suo dire un atteggiamento connivente che si manifesta nel giustificare le mancanze della stessa società nell’espletamento dei servizi svolti nelle nostre isole.
Nulla di più falso.
Invito il Consigliere a chiarire ciò che ha affermato e gli ricordo che questa affermazione, oltre che insopportabilmente offensiva, contempla anche una ipotesi di reato; per cui se è a conoscenza di un fatto del genere lo esponga e lo denunci agli organi competenti o si astenga da tali false affermazioni.
Per conoscenza di tutti i cittadini la Liberty Lines svolge un servizio sovvenzionato dalla Regione Siciliana e dallo Stato. La stessa Regione è l’ente competente per il controllo dell’attività svolta dalla società ed il Comune di Lipari non è mai mancato nel richiedere alla Regione che venissero rispettati i termini contrattuali ogni qualvolta si siano verificati disservizi, come ad esempio è avvenuto oggi. Addirittura, spesso anche con la collaborazione dei cittadini, come avvenuto recentemente in un incontro fatto ad esempio, presso la società con la partecipazione di una delegazione di cittadini di Stromboli.
Ad onor del vero lo stesso Consigliere Rizzo non ricorda, evidentemente, che il “piano a 3” in queste isole sia durato anni senza che nessuno, lui per primo, se ne sia lamentato, tranne il sottoscritto, mentre oggi questa avviene di rado e registra sempre la pronta azione di protesta di questa Amministrazione.
In quanto ai contributi la Liberty Lines ha contribuito con uno stanziamento al Comitato Organizzatore da me presieduto e non al Comune di Lipari (quindi non in bilancio) con un importo di 5.000,00 euro e non di 100.000,00 euro e con tutto il rispetto e la gratitudine per questo contributo, esso è il più basso in valore di quello conferito dalle altre compagnie di navigazione, che con le loro donazioni ci permettono di svolgere la festa del Santo Patrono a livelli come mai in passato raggiunti.
I contributi provengono infatti da: Siremar, NGI, Grenfleet, MedNav, Tarnav, Marnavi, Augusta 2 ecc….. senza che ciò influisca in alcun modo sulla attività di questa Amministrazione in rapporto ai compiti che la legge gli affida in difesa dei diritti dei nostri concittadini.
Se il Consigliere ha notizie diverse, le fornisca esplicitamente e se ne prenda la responsabilità o smentisca le sue illazioni.
Anticipo, sin d’ora, che la Amministrazione tutelerà la propria immagine in tutte le sedi, perché tutto ciò non ha nulla a che vedere con la politica o con il ruolo di un Consigliere, ma rientra semplicemente nella illazione e nella diffamazione. Se vi fosse ancora necessità di evidenziare la falsità di queste dichiarazioni potete visionare l’elenco degli sponsor che ogni anno pubblicizziamo anche con apposite affissioni che ripubblico in allegato a questa nota ”

Sin qui la nota del sindaco. Per quanto riguarda il Consiglio di ieri, invece, si è giunti , con fatica, all’approvazione del rendiconto di gestione 2016. Ha fatto tutto la maggioranza. Sabatini annuncia di votare contrario e, dal gruppo, con le presenze già risicate, e dall’aula, escono De Luca, Finocchiaro e Grasso. Consiglio comunale a rischio decadenza se non passa il rendiconto. Ma arriva nuovamente Sabatini con un “coup de theatre”: ci ripensa e vota a favore. Maggioranza ” sottosopra”, guarda caso, sempre quando il sindaco è fuori Lipari… (p.p.)

Share