Ginostra sarà il primo borgo di un’isola ad essere alimentato totalmente da fonti rinnovabili

Ginostra portoStromboli- Il borgo isolano di Ginostra sarà il primo tra le isole minori d’Italia ad essere alimentato totalmente da fonti rinnovabili. Via libera dell’Amministrazione comunale al protocollo d’intesa con Enel Green Power per la realizzazione della nuova centrale fotovoltaica. Sarà composta da un campo da 170 kwp, con un sistema di accumulo agli ioni di litio della capacità di 600 kwh ed u altro di produzione , stoccaggio e riconversione di idrogeno in energia elettrica della capacità netta pari a 1000 kwh. Egp , insieme

ad un consorzio composto da diversi partner internazionali scientifici e industriali si è aggiudicata con il progetto “Remote” un finanziamento europeo pe rla copertura del 70% delle spese sostenute per l’accumulo di idrogeno della futura centrale rinnovabile di Ginostra.

” La tecnologia di stoccaggio ibrido batterie – idrogeno- si legge nella delibera- rappresenta una innovazione per il settore: le batterie garantiranno flessibilità e e stabilità alla rete isolata mentre il sistema di accumulo ad idrogeno garantirà la lunga autonomia , stoccando l’energia in eccesso nei periodi di bassa richiesta sotto forma di idrogeno e riconvertendolo in energia elettrica nei periodi di massimo consumo , coincidente con il picco turistico estivo”. Enel Green Power, nel 2002, attraverso un protocollo d’intesa con l’amministrazione Bruno, realizzò nel 2004 l’attuale centrale fotovoltaica – diesel . Ma la porzione dell’impianto fotovoltaico oggi è vetusta , le batterie al piombo non sono più in servizio e l’impianto è improduttivo dal 2008.

Share