Ginostra: le mareggiate hanno ulteriormente danneggiato l’approdo

In attesa, a due anni dal finanziamento di quasi 900 mila euro della Protezione Civile, delle opere di manutenzione e miglioramento tecnico

gianluca160Stromboli- Preoccupazione a Ginostra per il mancato inizio dei lavori di manutenzione straordinaria e miglioramento tecnico dell’approdo, in località Pertuso, per la quale la Protezione Civile Nazionale ha messo a disposizione del Comune di Lipari (da quasi due anni) la somma di 880.000,00 euro con specifico vincolo di destinazione. Le ripetute mareggiate che si sono susseguite negli ultimi tempi hanno progressivamente e ulteriormente danneggiato la vitale infrastruttura costata svariati milioni di euro.

In particolare, i marosi hanno risucchiato e trascinato via diversi tetrapodi che erano posti a difesa della testata del pontile lato di nord-ovest, lasciando la stessa sguarnita e pericolosamente vulnerabile. A lanciare l’appello sono stati gli abitanti del luogo e le associazioni ambientaliste Marevivo e Amici della Terra. Un approdo, quello di Ginostra, da cui dipende la vita dell’intera comunità considerato che è stato realizzato, soprattutto, per eventuali evacuazioni della popolazione in caso di esplosioni vulcaniche. Stromboli, infatti, è un vulcano attivo e imprevedibile.

Inoltre la continua azione dei marosi rischia di compromettere nel tempo anche la possibilità di attracco di navi e aliscafi con la possibilità concreta di far tornare la borgata di Ginostra all’incubo dell’isolamento dalla quale si era sganciata proprio grazie all’approdo di Protezione Civile del Pertuso. La messa in sicurezza dell’approdo, con il secondo stralcio dei lavori, è una necessità improrogabile per la sicurezza dell’opera, ribadita più volte dalla stessa Protezione Civile Nazionale attraverso anche l’intervento di studiosi di fama internazionale.

A Ginostra non si capisce come mai, nonostante i soldi siano disponibili da tempo, così come il progetto, i lavori non siano ancora cominciati e si fa appello al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, affinché possa dare un’accelerazione all’iter procedurale, superando la fase di stallo attuale. Restando in tema di approdi e spostandoci sull’altro versante dell’isola, sono stati liquidati 17.000,00 euro alla ditta EdilPanarea per i lavori urgenti di messa in sicurezza e pronto intervento, a tutela dell’incolumità pubblica, nell’infrastruttura portuale di Stromboli e per il livellamento dei fondali.

Gianluca Giuffrè

 

 

Share