Eolie Off Road rassicura associazioni ambientaliste

di Alessandro Merlino ( Associazione Eolie Off Road) 

eolie experienceOn line sono state apprese le comprensibili preoccupazioni delle associazioni ambientaliste in relazione all evento fuoristradistico che si terrà in Lipari il 29 c.m.. È preliminarmente importante precisare che si tratta di evento turistico non agonistico a bassissima velocità che ha solo scopo di promuovere la conoscenza dell isola e l’avvicinamento alla stessa di turisti. Non è pertanto un raduno nelle modalità classiche, ma piuttosto qualcosa di alternativo.
Eolie Off Road è una neonata associazione fondata nel 2016 da frequentatori di eventi fuoristradistici che non si tengono nel territorio eoliano, bensì in Sicilia. Il grande senso di appartenenza a queste isole di alcuni, ha impegnato tutto il gruppo nell’idea di creare il primo club eoliano di fuoristradisti. Gli scopi dell associazione sono da un lato continuare a partecipare agli aventi organizzato da altri club siciliani e calabresi fuori dalle Eolie, dall’altro pubblicizzare il territorio eoliano e contribuire, laddove fosse stato possibile, a scopi ed interessi collettivi sul territorio eoliano.

tarnav 2018 15%

Il club, su Lipari, ha dato la disponibilità, gratuitamente, all’ente comunale per fornire supporto in caso di calamità, eventi eccezionali, manifestazioni ecc. Il club Eolie off road, sul territorio eoliano, si è già occupato gratuitamente e senza alcun tipo di pubblicità, di trasportare anziani o chi non deambulava in occasione di eventi, della raccolta di rifiuti, di dare il proprio contributo, in occasione dell’ultima nevicata, per aiutare molti automobilisti bloccati in vari punti dell’isola.

Non meno importante è stata la promozione del nostro territorio alla famosa fiera del 4×4 di Carrara, ove i rappresentanti del club sono giunti con prodotti tipici locali. Importante far comprendere che fuoristrada, quantomeno in questo caso, non è sinonimo di insensibilità per l’ambiente, ma piuttosto un modo alternativo di inseguire un obiettivo collettivo.

liberty ban
Tornando all’evento del 29 c.m., si rassicurano le associazioni ambientaliste che hanno dimostrato preoccupazione, che non saranno percorse in auto le zone sottoposte a vincoli, che al contrario potrebbero invece essere esplorate a piedi per brevi tratti, solo per apprezzarne i paesaggi e scattare qualche foto.
Si auspica una collaborazione futura con ogni associazione che ha interesse a promuovere idee costruttive per il nostro territorio.

caronte-new

0001

 

Share