Eolie isolate, Corrieri : bloccati a Milazzo per due notti…

di Davide Corrieri

Ieri sera mi trovavo a Milazzo, insieme a una sessantina di miei concittadini e, come spesso accade di questi tempi, abbiamo dovuto subire l’arbitraria decisione delle due compagnie di navigazione di non mollare gli ormeggi con mare quasi calmo, solo perchè nella notte si sarebbe scatenata la bufera.

Premetto che, il fatto che il mare fosse calmo, non l’ho dedotto nè dalla mia esperienza personale nè da nessun sito di previsioni meteomarine.

Tale indicazione, infatti, è stata fornita dalla Capitaneria di Porto, contattata telefonicamente, da tutti i passeggeri dei tre aliscafi e una nave sbarcati a Milazzo tra le 17.10 e le 20.00 e, per dirla tutta, anche da qualche membro dei loro equipaggi. Anche i vari comandanti dei mezzi in arrivo dalle Eolie, interpellati da alcuni di noi, non sono riusciti a dare spiegazioni plausibili.

Ritengo quindi che, l’ordine di non partire è venuto dall’alto, da qualche dirigente che, nella certezza che la nave o l’aliscafo avesse dovuto fare rientro nella terraferma durante la notte per il peggioramento delle condizioni meteo, ha preferito bloccare a Milazzo, per due notti, una sessantina di eoliani che non hanno avuto la fortuna di partire con l’aliscafo delle 17.00.

Tra di noi anche una coppia di turisti tedeschi, in Sicilia per due settimane che avevano scelto di trascorrere tre giorni alle Eolie, e che, probabilmente, non visiteranno perché la nave e gli aliscafi non sono partiti col mare, ancora per qualche ora, quasi calmo.

Non capisco come sia possibile che in questi casi non si prefiguri l’interruzione di pubblico servizio. Probabilmente c’è qualcosa che non funziona.

( Siamo sicuri che le compagnie di navigazione avranno avuto dei validi motivi per aver interrotto, ieri sera, i collegamenti. Questo giornale è come sempre aperto alle eventuali repliche . P.P.)

Share