Tarnav collegamenti veloci

Eolie : il futuro di 108 famiglie in competizione con i delfini

pescatori

Il consorzio Co.ge.pa. ha inviato la seguente lettera ai presidenti della cooperative

COMUNICATO

Lo scorso 31 Luglio è stato pubblicato il decreto relativo alla selezione delle imbarcazioni da pesca autorizzate alla cattura dell’alalunga.

Solo 21 imbarcazioni delle numero 129, iscritte presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, sono autorizzate alla cattura.

Le restanti numero 108 imbarcazioni sono costrette ad esercitare l’attività di pesca coni sistemi “totanara” e  “reti tremaglio”

Queste ultime, come già segnalato al Dipartimento Regionale delle Pesca Mediterranea ed alla Direzione Generale della Pesca Marittima, sono in competizione con la presenza dei “delfini – Guardiani del Mare” .

La competizione è tutta a favore dei “delfini” specie protetta e a danno dei pescatori.

Una situazione insostenibile che dovrà essere oggetto di discussione nel convocando tavolo tecnico presso il Ministero delle Politiche Agricole -Direzione Generale della Pesca Marittima a Roma.

Pertanto, al fine di valutare una significativa proposta a sostegno della contenuta attività di pesca, anche in presenza numerosissima dei delfini oramai di casa nelle Eolie, i signori presidenti delle cooperative consorziate, vogliano interpellare i propri soci che intendessero diversificare l’attività di pesca mediante un processo di “arresto definitivo dall’attività di pesca in uno ad un compenso per la ricerca di una nuova attività e comunicare, entro il prossimo 12 agosto, al COGEPA le eventuali richieste.

Lipari. 08 Agosto 2017.-

CO.GE.PA EOLIE

Share