Tarnav collegamenti veloci

Eolie : Guardia Costiera sequestra sistemi di pesca illegali

full shadow 1

FULL SHADOW, è questa il nome dell’operazione condotta dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari agli ordini del TV(CP) Paolo MARGADONNA, negli ultimi giorni di Agosto, finalizzata alla repressione della pesca illegale nell’ambito delle acque di giurisdizione. L’operazione è stata condotta con il prezioso ausilio della unità navale SAM SIMON dell’organizzazione “SEA SHEPHERD Global”, una nave multitasking dotata dei
più avanzati e versatili equipaggiamenti per rintracciare e rimuovere sistemi non convenzionali ed illegali di pesca.

Le operazioni hanno portato al sequestro di ben 49 F.A.D. (fish aggreagated devices) ovvero sistemi di pesca installati con le tipiche coperture di foglie di Palma denominate “Cannizzi”, aggregati con bidoni e galleggianti in plastica e con altra tipologia di materiale costituente rifiuto, non segnalati secondo la normativa vigente e connessi tra loro ed ancorati al fondo marino da oltre 70 km di lenza e legacci in plastica grezza. I sistemi di pesca illegali, rimossi poiché non conformi alle norme di settore e posizionate in violazione delle disposizioni tecniche e dei tempi previsti del Piano di Gestione Locale per le Isole Eolie, oltre a costituire un pericolo per la sicurezza della navigazione, erano assemblati per essere un vero e proprio labirinto subacqueo in cui, oltre a confluire specie ittiche giovanili ancora sottomisura come la Seriola Dumerili più nota come Ricciola, avrebbe costituito una intricata muraglia in cui altre specie non bersaglio quali capodogli e tartarughe marine, sarebbero rimaste
inevitabilmente avviluppate. full shadow 2

L’operazione condotta dagli uomini del Comandante MARGADONNA, è solo l’inizio delle attività di controllo di pesca dell’ormai vicina stagione autunnale. Il Circondario Marittimo avvisa che le operazioni di vigilanza e controllo continueranno lungo tutto l’arco dell’anno e saranno incisive e serrate sia a terra che a mare, al fine di tutelare gli stock ittici in sofferenza e reprimere gli abusi perpetrati a danno all’ambiente marino ed al settore della pesca marittima.
F.to IL COMANDANTE
Tenente di Vascello (CP)

Paolo Margadonna

Share