E’ morto Vittorio Taviani, cordoglio anche dalle Eolie

vitotrio tavianiE’ morto a Roma, malato da tempo, il grande regista Vittorio Taviani, 88 anni, che con il fratello Paolo ha firmato capolavori della storia del cinema italiano da Padre Padrone (Palma d’oro a Cannes nel ’77) a La Notte di San Lorenzo a Caos fino a Cesare deve morire (Orso d’oro a Berlino). Lo ha annunciato all’ANSA una delle figlie, Giovanna. Per volontà della famiglia non ci saranno camera ardente né funerali ma il corpo del regista verrà cremato in forma strettamente privata.

I fratelli Taviani alle Eolie avevano girato anche il film Kaos

Federalberghi Isole Eolie è vicina a Giovanna, Paolo e al resto della famiglia per la scomparsa del Maestro Vittorio Taviani; una grave perdita per il cinema italiano e per le Isole Eolie, da sempre particolarmente legate ai fratelli Taviani.

Christian Del Bono

Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Presidente Federalberghi Isole Eolie

Apprendiamo con tristezza della scomparsa del Maestro Vittorio Taviani, intellettuale ed importante esponente del panorama culturale e cinematografico in Italia e nel Mondo.

Con questa dipartita la nostra Comunità perde un illustre “isolano”, innamorato di Salina al punto da ritenerla la sua seconda casa.

Del Maestro Vittorio, Cittadino Onorario di Santa Marina Salina insieme al fratello Paolo, rimarranno alla nostra Comunità i bei ricordi dei tanti momenti di quotidianità trascorsi insieme a tutta la famiglia sull’isola, con semplicità e spensieratezza, nonché l’impegno profuso fino all’ultimo per sostenere la Cultura nella nostra Isola .

Alla Famiglia Taviani le più sentite condoglianze.

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Santa Marina Salina

Il Presidente del Consiglio Comunale di Lipari esprime profondo cordoglio per la perdita del Maestro regista Vittorio Taviani. Figura di spicco del cinema italiano  che ha legato il suo nome alle Eolie con una delle opere più significative e  famose come “Kaos”‘. Il legame con queste isole non è mai stato interrotto e prova ne sono stati i suoi continui soggiorni nella casa di proprietà a Lingua da lui stesso denominata “la casa dell’anima”. Ai familiari, ed in particolar modo alla figlia Giovanna, regista del documentario ambientato e girato nelle Eolie “Fughe e approdi”, e che tutt’oggi lega il suo nome  al Salinadocfest, le più sentite condoglianze.

Il presidente del Consiglio Comunale
Giacomo Biviano

 

Share