Docenti eoliani fuori sede chiedono piano rientro scadenzato

corteo scuola

Nota di un gruppo di insegnanti eoliane fuori sede al Sindaco di Lipari, al Vice presidente del consiglio, al Presidente della commissione istruzione, al Dirigente Renato Candia, al Dirigente Mariella Fanti, all’ins  Bartolo Pavone sindacalista di Confintesa
oggetto:richiesta d’intervento per stilare una mozione che permetta il rientro delle insegnanti eoliane esiliate al nord Italia per garantire continuità  didattica nelle scuole delle Eolie e serenità alle insegnanti che vivono da tanto tempo lontane dal loro territorio.
L’ anno scolastico volge al termine, mentre un governo nuovo si affaccia sulla scena politica italiana.

Anche a Lipari assistiamo ad un  cambio al “vertice” , che interessa il delicato assessorato della P.I .

Questa circostanza, in particolare, ci spinge a chiedere pubblicamente,agli organi in indirizzo, a che punto sia la scuola eoliana. E ce lo chiediamo adesso, perché si ponga attenzione per tempo alla organizzazione di un settore che ha visto scendere in piazza, lo scorso autunno, di tanti eoliani.

Studenti in primis. Riteniamo che vada scongiurato, un nuovo inizio anno scolastico ancora caratterizzato da: carenza di organico, di risorse, di possibilità  e adeguato sostegno alla scuola delle isole minori.

Per questa ragione invitiamo, nella qualità di docenti fuori sede, le Istituzioni interessate, ad adeguarsi ai Comuni siciliani, che hanno stilato e chiesto un piano di rientro scadenzato dei docenti residenti nei loro  territori.

Chiediamo ai Consiglieri, all’amministrazione, al Prof. Pavone nella sua qualità di Coordinatore di Confintesa e collaboratore dell’  Istituto Lipari 1 , di verificare che le scuole eoliane, si siano dotate di un PTOF adeguato alle esigenze reali del territorio.

Se nella sua stesura siano stati promossi i necessari rapporti con gli enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti sul territorio.

Questa verifica di sinergie, potrebbe davvero scongiurare tante anomalie che si sono fin qui ” abbattute” su tutta la scuola italiana ed in particolare su quella isolana.

Attendiamo pertanto una sollecita risposta da tutte le componenti interessate.

Perché la scuola torni ad essere davvero una Buona Scuola per tutti.
Un gruppo d’insegnanti eoliane fuori sede

Share