Differenziata, Stromboli chiede al Sindaco il metodo “Caretta Caretta”

Lettera dell’Associazione Pro Stromboli onlus al Sindaco di Lipari

Gentile Signor Sindaco,

Prot. PSP/AC/ 123 – Oggetto : Rifiuti Urbani

 Avendo saputo di una riunione del Consiglio Comunale con oggetto l’organizzazione dello smaltimento degli R.S.U. dopo l’attribuzione ai comuni dell’incarico svolto in precedenza dagli ATO, la nostra Associazione, che per gran parte è costituita da proprietari di seconde case fedeli frequentatori dell’Isola da oltre due generazioni, e partecipi sia della sua economia che dei suoi sovente pesanti disaggi, desidera far presente quanto segue :

Da oltre vent’anni, l’Associazione Pro Stromboli segue da vicino e con grande e motivato interesse, il problema dello smaltimento dei rifiuti sull’Isola.

Assenza totale di qualsiasi raccolta differenziata effettiva, assenza di raccolta separata dei prodotti velenosi quali medicinali, pile e batterie, oli, pitture, solventi, vernici, ecc, trasporto indiscriminato in discarica fuori dell’isola di prodotti di sfalci e potature, resti organici vari, gestione che in mancanza di una programmazione accurata, greve pesantemente sulle spalle del contribuente; l’attribuzione dei contributi Conai previsti dalla Legge, che alleggerirebbe notevolmente l’imposta, non potendo essere percepita in modo efficace.

Nel corso dell’anno 2009, l’Associazione, in accordo con l’ATO 5 Eolie per l’Ambiente e il Consiglio di quartiere di Stromboli, ha organizzato, sin da giugno 2009, numerosi incontri informativi con la popolazione, promuovendo in seguito, nel mese di dicembre, l’esperimento di un processo di raccolta differenziata spinta, che permetteva, sia la consegna controllata di materiale scelto e riconoscibile al 100% dal sistema di rimborso CONAI, che l’identificazione certa del contribuente alla consegna del materiale commerciabile.

Sfortunatamente, e senza validi motivi , questo esperimento è stato troncato sul nascere, lasciando perplessi e delusi gli strombolani che avevano aderito e partecipato con grande civiltà. Il progetto, denominato “Carretta Caretta”, avrebbe portato la nostra isola ad un posto ambito tra i piccoli territori dove la raccolta differenziata viene eseguita in modo esemplare. Ed è attualmente in corso di attivazione nel Comune di Santa Marina Salina.

Evitando di insistere sulle circostanze sgradevoli che hanno provocato l’interruzione del servizio, e a prova della sincerità di quanto avanzato, Le alleghiamo copia della petizione polare firmata dalla popolazione quasi tutta (ivi compreso il Presidente del Consiglio di Circoscrizione), e di gran parte dei proprietari di seconde case presenti allora sull’Isola, che richiedeva che sia riavviato il procedimento. Da allora sono passati quattro anni, la raccolta differenziata a Stromboli è inesistente.

La nostra Associazione, avvalorandosi dalle consulenze più alte che ci siano in Italia e all’estero, (Paul Connet, (Environmental Health Studies Project, USA), Rossano Ercolini (Coordinatore Osservatorio Rifiuti Zero Comune di Capannori), e anzitutto il Dottor Enzo Favoino della Scuola Agraria del Parco di Monza, riconosciuto a livello internazionale come specialista nello smaltimento dei rifiuti organici,

che alla nostra richiesta ha partecipato insieme a Domenico Fonti e al Dr Giuseppe Zaffino, all’elaborazione del Piano d’Ambito Isole Eolie approvato dalla Regione Siciliana lo scorso anno 2012, desidera essere tenuta presente all’atto della concretizzazione del metodo che dovrà adoperare l’amministrazione del Comune di Lipari, per raggiungere i risultati previsti dalle leggi per la Raccolta Differenziata Ottimale dei Rifiuti Urbani.

In particolare, e nell’interesse del contribuente,

Considerato che le spese di trasporto sulla terra ferma incidono pesantemente sul costo del servizio, programmare lo smaltimento sul posto di rifiuti umidi, verdi, sfalci e residui di potatura, e materie cellulosiche quali cartoni d’imballaggio e carta, cassette ortofrutticole di legno, allestendo in ogni isola una impiantistica minima per la loro trasformazione in compost di qualità facilmente utilizzabile dall’agricoltura locale. Saranno scelti per questo i metodi più economici attualmente a disposizione, particolareggiati e adatti ad ogni territorio isolano. . risparmiando così le spese di trasporto per un volume che rappresenta più o meno il 50% dei rifiuti prodotti, indipendentemente della frequenza quasi giornaliera del trasporto dei rifiuti umidi durante la stagione estiva.

Riattivazione del procedimento di raccolta differenziata spinta, secondo il metodo mobile e di prossimità “Carretta Caretta”, raggiungendo così il tasso massimo di raccolta differenziata ottimale per materiale comperato dal Consorzio Conai.

Introduzione nei regolamenti comunali di tutte queste misure e provvedimenti atti a :

favoreggiare l’utilizzo di materiali smaltibili sul posto, (uso di piatti, posate e bicchieri compostabili nelle mense e feste padronali,

Introdurre negli uffici pubblici dipendenti dal comune, l’uso della carta riciclata (stampata retto/ verso).

Incoraggiare e propagandare la riparazione e il riutilizzo quanto possibile di mobilio, elettrodomestici, apparecchi vari, con la creazione di appositi laboratori aperti ai giovani, con la prospettiva di futuri posti di lavoro.

In ultimo, è della maggiore importanza, prevedere, nell’elaborazione della nuova tassa TARES, il calcolo del prelievo fiscale relativo al servizio di smaltimento dei R.S.U. secondo il principio di “chi inquina paga”, con tariffa puntuale applicata unicamente alla parte non riciclabile da smaltire a pagamento in discarica, mentre le frazioni differenziate acquisite dal Conai a prezzi di mercato, non possono in nessun modo essere incluse nell’imposta a carico del contribuente.

Con la speranza di una proficua collaborazione, attestando la nostra totale disposizione in merito, porgiamo i più cordiali saluti.

La Presidente dell’Associazione Pro Stomboli Onlus

D.ssa Architetto Patrizia SERPE PIVA

P/o, la segretaria, Aimée CARMOZ.

Allegato : Petizione con numero 365 firme.

Share