Tarnav collegamenti veloci

Differenziata, le proposte dei consiglieri Giuffrè e Gugliotta

Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari
Rag. Marco Giorgianni

Oggetto: Interrogazione consiliare sulla raccolta differenziata ed il compostaggio domestico nel territorio delle Isole Eolie.

giuffre-gianlucaGentile Sig. Sindaco,
Nel 2016 non siamo riusciti a raggiungere la soglia del 65% nella raccolta differenziata dei rifiuti. Obbiettivo che ci avrebbe consentito di evitare sanzioni a carico dell’Ente Comune.
Il 2017 dovrebbe essere l’anno del riscatto, l’anno in cui dobbiamo dimostrare di essere capaci di fare una raccolta differenziata come si deve raggiungendo la soglia prevista.

Le nostre isole, patrimonio dell’Unesco, meritano questa attenzione che oltre a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti darebbe l’immagine giusta, che ci meritiamo all’occhio delle migliaia e migliaia di turisti che ci visitano ogni anno.

A tal proposito ci permettiamo di esporre alcune criticità e di formulare alcune proposte che, a nostro avviso, andrebbero seriamente prese in considerazione, almeno come spunto di partenza, per migliorare la raccolta differenziata nel nostro comune.

Nelle isole minori dell’arcipelago, il porta a porta non è mai partito veramente con concretezza.
La mancanza di una raccolta differenziata ben fatta e organizzata ha arrecato danni economici e d’immagine alla comunità eoliana.

il consigliere Annarita Gugliotta

il consigliere Annarita Gugliotta

Una differenziata ben studiata avrebbe consentito al nostro Comune di risparmiare un bel po’ di soldi e agli utenti finali di pagare meno tasse.
Carta, plastica, alluminio e vetro potrebbero , se ben differenziati, essere rivenduti mentre l’organico, grazie al compostaggio, potrebbe essere trattenuto sulle varie isole diventando una preziosa risorsa.

Il porta a porta dovrebbe essere affiancato in alcune zone periferiche, a nostro avviso, anche da una formula di differenziata spinta con postazioni fisse, cosidette “Presidiate”, dove l’utente possa conferire i vari rifiuti in certi orari(sul modello del progetto “Carretta Caretta” che funziona molto bene e che fu sperimentato con successo , per un brevissimo periodo, nel passato, anche a Stromboli). Pensiamo a quei posti con stradine irregolari, strette, senza pedonali, interrotte da gradini, dove le moto api rasano i muri o a posti come Ginostra ed Alicudi dove la raccolta si può fare solo con muli e le case sono tutte sparse e difficilmente raggiungibili dagli operatori ecologici.

Un altro suggerimento , che ci perviene da una grande esperta in materia, la signora Carmoz Aymée, dell’ associazione Zero Waste Eolie, è quello dell’utilizzo, per qualsiasi categoria di  differenziati riciclabili, di sacchetti TRASPARENTI, senza colori. Inutile imporre alla gente, che ha ben oltre da pensare dalla mattina alla sera, di ricordare in quale sacco di quale colore deve mettere questo e quest’altro. In un sacco trasparente tutti vedono tutto. L’indifferenziato potrebbe, invece, facilmente essere consegnato in sacchetti neri.

Questo è un tipo di raccolta porta a porta che si potrebbe definire  ”condominiale rurale di prossimità”, come nei condomini di città dove parecchi inquilini mettono la raccolta differenziata del giorno in  un unico contenitore condominiale.
A parte tutto questo, bisognerebbe assolutamente che il comune prevedesse la TARIFFA PUNTUALE:   Cioè si pagherebbe solo per l’indifferenziato (nel sacco nero) perché andrebbe portato in discarica a pagamento. Tutto il differenziato ANDREBBE RIVENDUTO,  si pagherebbe da solo le proprie spese,  sia di raccolta, sia di trasporto.
Tornando al compostaggio domestico, potremmo anche noi incentivare chi fa il compostaggio domestico e collettivo con una riduzione della T.A.R.I. che potrebbe arrivare fino al 20%, come fanno i nostri colleghi amministratori dei comuni di: Isola delle Femmine, Aci Sant’Antonio, Carini e Mascalucia.

Attraverso il compostaggio si potrebbero ridurre i quantitativi di rifiuti urbani prodotti e si potrebbero ridurre i costi di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti organici.
Si potrebbe, inoltre, promuovere la produzione e l’utilizzo diretto da parte dei privati cittadini del compost e supplire alla carenza di piattaforme idonee.

Premesso tutto ciò, le chiediamo, signor sindaco, di voler riferire come intende, nel dettaglio, svolgere la raccolta differenziata nelle nostre isole e se ha già previsto la tariffa “ puntuale” ed eventuali incentivi per chi pratica il compostaggio domestico?
In attesa di un suo gentile riscontro in merito inviamo
Distinti Saluti
I Consiglieri Comunali di Vento Eoliano
Rag. Gianluca Giuffrè
Dott.ssa Annarita Gugliotta

Lipari, 18/02/2017

 

 

 

Share