Tarnav collegamenti veloci

Demolizione ex palloni Enel e pulizia alvei torrentizi, le interrogazioni di Muscarà

Riceviamo dal consigliere comunale Franco Muscarà di Vento Eoliano le due seguenti interrogazioni :

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI LIPARI

RAG. MARCO GIORGIANNI

e.p.c.

ALL’ASSESSORE ECOLOGIA E SERVIZI r.s.u. TURISMO AMBIENTE

ERSILIA PAJNO

ALL’ASSESSORE DECENTRAMENTO FRAZIONI ED ISOLE MINORI

D’AURIA MASSIMO

OGGETTO: RICHIESTA DEMOLIZIONE PALLONI ENEL SULL’ISOLA DI VULCANO.

 I palloni di Vulcano costituiscono un esempio tra i più fulgidi di arte moderna e la fortuna ha voluto che tali opere siano ubicate nell’isola di Vulcano.

Ora io dico e grido con tutta la mia forza che di tale opera ne abbiamo abbastanza.

Oggi come consigliere comunale ho il dovere di occuparmi seriamente della questione.

Invito pertanto il Sig. Sindaco a volersi occupare, insieme a me, seriamente dell’argomento ed a provvedere immediatamente allo smonto della struttura.

Ricordo al Sindaco che quei palloni sono al limite della decenza, costituiscono luogo di rifugio per soggetti in cerca di accomodamenti di fortuna e d’incontri furtivi, all’interno  rifiuti ed escrementi di qualsiasi genere.

Ricordo al Sindaco che da parte dello stesso, salvo errore , è stata emessa ordinanza di sgombero a causa della pericolosità della struttura che minaccia di cadere e rovinare sui passanti.

Ricordo al Sindaco che quei palloni avevano una funzione sociale e per tale motivo fu all’epoca concesso all’Enel di provvedere a montare la struttura

Ricordo al Sindaco che la sua attenzione deve posarsi su tutto il territorio ed anche su Vulcano da un quinquennio dimenticata.

Ricordo al Sindaco che, per legge, qualora viene emessa un’ordinanza lo stesso non può dimenticarsene perché così finirebbe per incorrere in grave omissione.

Ricordo al Sindaco che la struttura non può divenire appetito di speculatori perché deve essere utilizzata per quei fini sociali per i quali a suo tempo il Comune diede la sua concessione.

Ricordo al Sindaco che la cubatura costituita dalla struttura in essere non può divenire un vantaggio per privati che intendano approfittarne.

Ricordo al Sindaco che quegli spazi debbono essere utilizzati per un parco giochi per i bambini del quale siamo stati privati. Saremo sin d’ora grati a chi realizzerà opere per giovani e anziani.

Ricordo al  Sindaco che  il primo cittadino deve garantire tutti sia chi lo ha votato ed anche quelli che non erano dalla sua parte. Con l’abbattimento della struttura accontenterebbe tutti.

Ricordo al Sindaco che abbiamo ben chiaro che privati sarebbero i proprietari del terreno i quali sarebbero ben felici di liberarsi di un peso.

Ricordo al Sindaco che i palloni insistono al centro di Vulcano, altamente frequentato ,ed il loro costante pericolo che con la presente formalmente Le comunico, non consente di procrastinare i tempi per l’abbattimento.

Ricordo al Sindaco che questa costituirà UNA TRA LE MIE BATTAGLIE PIU’IMPORTANTI NELLA FUNZIONE DI CONSIGLIERE COMUNALE, LE PROMETTO CHE LE SCRIVERO’, in assenza di alcun atto concreto, OGNI 30 GIORNI e se questo dovesse finire per costituire problema di qualsiasi genere, non potrà avere a dolersene.

abbattiamo TUTTI ASSIEME, CON LA FORZA DELLE PAROLE, I PALLONI DELL’ENEL

Distinti saluti

IL CONSIGLIERE COMUNALE

Franco Muscarà

………………..

Al Signor Sindaco del Comune di Lipari

Rag. Marco Giorgianni

 

All’Assessore ai Servizi Idrici

Avv.Gaetano Orto

e.p.c.

Ufficio Protezione Civile

Lipari

 

Al Comando Vigili di Lipari

D.ssa Francesca De Pasquale    

 

Al Comandante della Stazione dei Carabinieri

Stazione di Vulcano

 

OGGETTO: Richiesta di intervento per la pulizia urgente degli alvei torrentizi e caditoie Isola di Vulcano.

 

Con la presente, i sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Lipari, gruppo Vento Eoliano:

Franco Muscarà, nella qualità di vice capo gruppo

Annarita Gugliotta, nella qualità di capo gruppo

Francesco Rizzo, Consigliere Comunale,

Premesso:

Che gli alvei e caditoie dei corsi d’acqua che si snodano nei pressi del centro abitato e lungo le vie principali dell’isola  si presentano ricoperti di vegetazione spontanea materiale sabbioso e sassi di varie dimensioni, che in caso di precipitazioni eccezionali, come già verificatesi nel corso delle stagioni autunnali precedenti potrebbe ostacolare il normale deflusso delle acque meteoriche e contribuire all’ostruzione di luci provocando degli sbarramenti e quindi conseguenti esondazioni, allagamenti nei terreni adiacenti, smottamenti e possibili danni a persone e/o cose, con possibile grave pregiudizio per gli edifici adibiti a private abitazioni e attività turistiche.

Che l’attuale stato di intasamento degli alvei torrentizi e caditoie, a causa del fasciame della folta vegetazione è aggravato anche dalla presenza di materiale sabbioso già accumulato nelle precedenti precipitazioni avvenute nel corso dell’anno.

-Che nella fattispecie i torrenti interessati dei lavori sono:

Via Provinciale Sotto Cratere (centro urbano)

– Strada Provinciale Vulcano Piano

– Strada Provinciale Vulcano Gelso

Che pertanto occorre procedere al decespugliamento e al taglio della vegetazione invadente, altresì la sistemazione e la pulizia dei detriti, materiale sabbioso di varia natura ove necessaria, degli alvei e scoli d’acqua al fine di agevolare il naturale ruscellamento delle acque meteoriche

SI CHIEDE

Agli Enti in indirizzo di volere predisporre un urgente intervento di bonifica e pulizia degli alvei torrentizi e degli scoli dei tombini al fine di garantire il ripristino delle normali condizioni di sicurezza  e prevenire potenziali pericoli e rischi di esondazioni.

 

Certi di un suo repentino Porgiamo cordiali saluti

Vulcano,

Sig. Franco Muscarà

Avv. Francesco Rizzo

 

D.ssa Annarita Gugliotta

 

 

 

Share