Da Lipari con furore: nel poker incantano Guarnuto e Del Bono

Una veduta di Lipari

Una veduta di Lipari

Chi ha giocato qualche volta sui tavoli verdi del poker online, non può non conoscere il nickname “Dinamop”. E per chi è di Lipari quel nickname rappresenta un vero e proprio orgoglio. Perché? Semplicemente per via del fatto che dietro “Dinamop” si nasconde Dario Guarnuto, un abitante DOC dell’isola.

Guarnuto si è imposto diverse volte all’attenzione del mondo del poker online. Nel 2012 ha rubato completamente la scena sul network PokerClub. Infatti, il talentuoso regular italiano non ha dato scampo ad un pro blasonato e rispettato come Carlo Braccini, con il suo nickname “carlogubbio60”, portandosi a casa una somma notevole del Monstero Pro. Da notare anche la grande vittoria ottenuta nel Sunday High Roller, qualcosa in meno rispetto a quanto messo in preventivo nel Day 1, per colpa di un deal tra i primi tre classificati, che ha causato un appiattimento dei primi tre premi. Altra grande vittoria quella ottenuta nel Sunday Special in versione KO.

L’ultima grande affermazione, in ordine di tempo, di Guarnuto è sicuramente quella ottenuta a luglio nel settimanale Super Saturday High Roller. È, con ogni probabilmente, uno di quegli eventi a cui tutti i giocatori di poker online prestano attenzione durante il weekend.

E il giocatore nativo di Lipari è molto apprezzato nell’ambiente del poker online anche per altre iniziative. Qualche anno fa, ad esempio, ha pubblicato un filmato su YouTube con l’obiettivo di promuovere Dream Job: in palio c’era un’interessante sponsorizzazione della picca rossa. Ebbene, il successo del video fu immediato e, in men che non si dica, Guarnuto raggiunse un notevole grado di popolarità su svariati forum online. Cosa aveva colpiti gli altri appassionati? Il suo modo di comunicare, in cui emergevano sincerità, semplicità e umiltà. Doti che non possono non colpire, soprattutto quando di fronte c’è un giocatore che è riuscito a vincere decine di migliaia di euro grazie al poker online. Proprio a Guarnuto si deve una di quelle citazioni che hanno fatto la storia poi nel mondo del poker online. La frase “Io non sono un pro, ma un ragazzo come voi, che gioca da casa” ha effettivamente stregato e ispirato un gran numero di giocatori.

Lipari sembra uno di quei luoghi favorevoli alla nascita di importanti giocatori di poker. Il motivo? Nativo della stessa città c’è anche Fabrizio Del Bono. A Lipari Fabrizio ha vissuto fino agli anni dell’adolescenza, girando successivamente l’Italia, abitando soprattutto tra Urbino e Roma, attuale città in cui risiede con la moglie Sara e il figlio Stefano. L’obiettivo di Fabrizio era sempre stato quello di emergere nel mondo del calcio, ragion per cui ha frequentato anche un master in Diritto ed Economia dello Sport. Per diversi motivi, però, quel percorso non è andato a buon fine e allora Fabrizio ha fatto strada nel settore della ristorazione. E il poker? Fabrizio ha iniziato all’università, ma verso la parte finale degli studi universitari decise di lasciare i tavoli verdi, colpevoli di distrarlo troppo dai libri universitari.

Eppure, ricomincia nel modo più inaspettato, ovvero “per colpa” di sua moglie. Il primo incontro con Sara, infatti, avvenne in un albergo a Lipari, in cui soggiornavano entrambi: una sera, mentre la donna stava giocando a poker, Fabrizio decise di aiutarla a vincere e si portò a casa praticamente tutto. Dopo diversi anni, la proposta della moglie di riprendere a giocare, come sistema per staccare un po’ la spina dallo stress del lavoro principale. Sara suggerì a Fabrizio di puntare sul poker online e, in effetti, i risultati le hanno dato ampiamente ragione. Un’intuizione più che felice. Non è un caso se, proprio quest’anno, Fabrizio Del Bono si è portato a casa un ricchissimo primo premio da oltre 16 mila euro nel Sunday Special, superando in volata Giacomo Grossi, con uno scippo davvero clamoroso con il suo inconfondibile nickname “ELVISn.1”.

Share