Tarnav collegamenti veloci

Comuni a rischio default: incontro tra Anci e Presidente Ars

Il taglio del 60% delle risorse per investimenti rischia di far fallire i comuni siciliani. La Corte dei Conti ha già reso noto come il peggioramento della Finanza locale sia imputabile alla progressiva e consistente riduzione dei trasferimenti di provenienza statale e regionale

“L’incontro  è servito a porre la questione delle difficoltà finanziarie dei comuni, con il conseguente rischio di un taglio irreparabile alle spese di investimento,  al centro delle priorità del Parlamento e del governo. Esprimiamo il nostro apprezzamento per l’intervento del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, nell’auspicio che il governo regionale preveda adeguate risorse già nella legge di
assestamento del bilancio regionale e, quindi, in tempo utile per le variazioni di bilancio dei comuni”.

            Lo ha detto Leoluca Orlando, presidente dell’AnciSicilia, a conclusione dell’incontro svoltosi  tra una delegazione dell’Associazione dei comuni siciliani e il presidente dell’Assemblea Regionale, l’assessore Baccei  e l’assessore Lantieri.

“Abbiamo spiegato ai rappresentanti  del Parlamento e del governo regionale – ha aggiunto Luca Cannata, vice presidente vicario dell’Associazione con delega al Bilancio e alle Politiche finanziarie – quali sono i rischi che i comuni corrono in una situazione in cui cresce il numero dei comuni in dissesto e i comuni con piani di riequilibrio pluriennali si trovano costretti a fare sforzi immensi che rischiano di essere vanificati dalle modalità con cui si erogano i trasferimenti regionali”.

 

Share