Tarnav collegamenti veloci

Comune di Lipari: applicazione Tari legittima

Lipari- ” Per il Comune di Lipari non esiste alcuna duplicazione o applicazione illegittima della tassa rifiuti”. Lo ha sottolineato il prof. Giulio Ferrari di GF Ambiente , società che si è occupata dello studio delle tariffe Tari per l’ente eoliano. Quanto emerso negli ultimi giorni sulla incostituzionalità di applicazione della Tari, in particolare su box o garage ad uso domestico ha sollevato delle polemiche anche nell’arcipelago ma il prof. Ferrari ha puntualizzato che il Comune di Lipari ha applicato il comma 652 delle legge 27 dicembre 2013 n.147 ( legge di stabilità 2014 ). Prevede , cioè, che ” il Comune può commisurare la tariffa alla quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonchè al costo del servizio sui rifiuti. Le tariffe per ogni categoria o sottocategoria omogenea sono determinate dal comune moltiplicando il costo del servizio per unità di superficie imponibile accertata, previsto per l’anno successivo, per uno o più coefficienti di produttività quantitativa e qualitativa di rifiuti”.

Il prof, Ferrari ha pertanto rircordato che non è stata applicata la tariffa binaria (prevista dal comma 651 legge 147/2013)ma la tariffa al metro quadro , tenuto conto del costo del servizio e dei coefficienti di produttività quantitativa e qualitiativa dei rifiuti. Di conseguenza- ha rimarcato l’esperto- “per il Comune, avendo determinato una tassazione per tali pertinenze esclusivamente in base alla superficie, non sussiste alcuna condizione di rimborso essendo la tariffa applicata a norma di legge secondo principi di equità e trasparenza”.

Share