Tarnav collegamenti veloci

Chiofalo: ” tassa di sbarco unico strumento per reperire risorse”

Riceviamo da Luca Chiofalo e pubblichiamo:

luca chiofaloSi può essere, legittimamente, favorevoli o contrari alla tassa di sbarco di 5 euro in alta stagione e di 2,50 per il resto dell’anno istituita dal comune di Lipari, ma è certo che sia l’unico strumento rimasto ai comuni per reperire risorse e che sia di gran lunga preferibile alla tassa di soggiorno.

La previsione di introiti per le casse comunali si aggira sui 2 milioni di euro, senza considerare l’incasso per le scalate ai vulcani (altre centinaia di migliaia di euro).

Dunque, per il futuro, dovrebbero essere superati gli annosi problemi di bilancio che hanno contratto e penalizzato l’iniziativa ed i servizi pubblici in ogni settore.

Personalmente, non credo che chi ama e desidera visitare le Eolie si farà spaventare dall’onere di una tassa ormai diffusa, soprattutto se l’esborso fatto contribuirà a migliorare la fruizione del territorio eoliano ed i servizi al turismo in genere.

Conseguentemente, da cittadino ed operatore commerciale, chiedo e pretendo che la tassa sia efficientemente e rigorosamente riscossa, che il personale addetto al servizio di controllo e riscossione sia qualificato e che l’amministrazione, di qualunque colore sarà, informi dettagliatamente la popolazione sui criteri e le modalità di spesa delle ingenti somme di denaro che la tassa di sbarco farà confluire nelle casse del nostro comune.

CORDIALMENTE

LUCA CHIOFALO

Share