Chiofalo : nuova Giunta significa anche mancanza di programmazione ?

di Luca Chiofalo

Perduti in ‘alchimie’ e strategie politiche di dubbio costrutto, irretiti da complicate sistemazioni e sostituzioni in ruoli amministrativi, ho il timore che, come al solito e nella distrazione ‘generale’, siano state trascurate pianificazione e realizzazione dei necessari interventi per preparare al meglio le nostre isole all’imminente inizio della stagione turistica.
Come se tutti campassimo di ‘attività politica’ e di ‘prebende’ ad essa legate, come se la nostra non fosse un’economia legata quasi esclusivamente al turismo.
Come se non avessimo bisogno di servizi efficienti, di strade bitumate e sicure, di sentieri percorribili, di spiagge e punti panoramici puliti e fruibili, di arredo urbano decente, di approdi sicuri e funzionali, di centri storici pedonalizzati e curati, di coordinamento per l’accoglienza, di intensa promozione, ecc…

Come se le esperienze ‘critiche’ e le mancanze delle stagioni passate non ci avessero insegnato niente, quasi fossimo rassegnati ad una ostinata e ormai continuata ‘gestione in emergenza’.
Confido, comunque, nella possibilità che, ‘dietro le quinte’, il lavoro di programmazione sia stato svolto e che saremo pronti e ‘accoglienti’ nel volgere di pochi giorni; che non vivremo la solita estate snervante, costretti ad affrontare e tamponare alla meno peggio ‘criticità’ ampiamente prevedibili e dunque evitabili.
Anche se, con la Pasqua alle porte, nutro seri dubbi…
CORDIALMENTE

LUCA CHIOFALO

Share