Tarnav collegamenti veloci

Chiofalo e le avvertenze sul voto di scambio

Riceviamo da Luca Chiofalo e pubblichiamo

Attenzione…
Il voto di scambio è un fenomeno che, nell’ambito della politica, si riferisce all’azione di un candidato il quale, in cambio di favori leciti o illeciti, prometta ad un elettore di ricambiare il voto da parte di quest’ultimo con un tornaconto personale, o con una promessa dello stesso. È ‘legale’ solo quando viene soddisfatta una richiesta legittima in cambio del voto, diventa illegale e perseguibile quando un politico offre in cambio del voto qualcosa che non è legittimato ad offrire. Voglio sperare che a Lipari (comune) non si superi il confine tra lecito e illecito…

Aggiungo: nessuno tema eventuali ‘ricatti’ o ritorsioni per la propria preferenza, perché in uno ‘stato di diritto’ non è concesso violare o inficiare libertà e segretezza del voto.

Sulla legittimità delle azioni postume al voto della parte politica vincente ci dovrà essere (e ci sarà) la ‘sorveglianza’ attenta dell’opposizione e degli organismi preposti. Viviamo in una ‘libera’ democrazia rappresentativa: diamo senso compiuto a queste parole.
CORDIALMENTE

Share