Tarnav collegamenti veloci

Centro studi: ricordando Alberto La Volpe

Alberto La Volpe in occasione di una visita di qualche anno fa a Teleisole con il nostro direttore Peppe Paino

Alberto La Volpe in occasione di una visita di qualche anno fa a Teleisole con il nostro direttore Peppe Paino

CENTRO STUDI E RICERCHE DI STORIA E PROBLEMI EOLIANI
COMUNICATO
Ricordando Alberto La Volpe

Alberto La Volpe, giornalista, uomo politico, sottosegretario ai Beni Culturali nei governo Prodi e D’Alema, per il Centro Studi è stato socio onorario e per le Eolie soprattutto un amico. Sempre disponibile quando gli si chiedeva un consiglio, un intervento, una collaborazione. Il Comune di Lipari se lo è visto a fianco soprattutto in due importanti occasioni: per i finanziamenti della Misura IV Isole Minori dove occorrevano i fondi per restaurare la Chiesa dell’Immacolata al Castello e farne un Auditorium, per l’iscrizione delle Eolie nell’Heritage List dell’UNESCO che fu una lunga e difficile battaglia che egli condusse a fianco delle Amministrazioni locali e col sostegno ed il consiglio all’Ambasciatore Fulci.

Un team affiatato questo che diede vita alla missione negli Stati Uniti decisiva per avere il consenso degli stati delle isole perché l’Italia entrasse nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU.
Infine, la Volpe fu l’artefice della venuta alle Eolie del Presidente della Repubblica Scalfaro che rappresentò uno dei momenti di maggiore visibilità politica del nostro arcipelago.

In sintesi potremmo dire che fu uno di quei personaggi – insieme a Cabianca, a Sinopoli, a Fulci – che insegnarono alle Amministrazioni eoliane a volare alto, di non accontentarsi del tran tran quotidiano, della politica del favore e della clientela ma di misurarsi sulla programmazione, sul confronto internazionale, sull’ambizione di essere e di divenire sempre più Crocevia del Mediterraneo.
Grazie Alberto, non ti dimenticheremo.
Lipari, 18 maggio 2017
Ufficio Stampa Centro Studi

Share