Il giornale di Lipari

Sicilia News

Sicilia, stipendio parlamentari scende a 11 mila euro lordi

arsVia libera dall’Assemblea regionale siciliana al cuore del ddl sulla spending review. Si tratta della riscrittura dell’art. 2.9 avvenuta nelle ultime ore e che, dopo una giornata di serrati confronti nella maggioranza, prevede la stabilizzazione del tetto massimo per lo stipendio dei parlamentari a 11.100 euro lordi in luogo degli attuali 16.000. L’indennita’ e la diaria spettante ai deputati subira’ la variazione dell’indice Istat del costo della vita. Il parlamento individuera’ le cariche interne a cui spettera’ un indennita’ di funzione nei limiti di 2.700 euro lordi mensili. Al presidente della Regione e a quello dell’Ars spettera’ un’indennita’ mensile lorda equivalente: “Cosi’ sapremo quanto guadagna il presidente della Regione”, ha chiosato il numero uno dell’Assemblea Giovanni Ardizzone che si e’ speso molto per il recepimento dello spirito delle previsioni del decreto Monti. More

Commissario dello stato impugna legge su aiuti Editoria

Sicilia, il testo del provvedimento da Blogsicilia.it

L’Assemblea Regionale Siciliana, nella seduta del 3 dicembre 2013, ha approvato il disegno di legge n. 304-28-280 dal titolo “Norme per la promozione ed il sostegno delle imprese dell’informazione locale”, pervenuto a questo Commissariato dello Stato per la Regione Siciliana, ai sensi e per gli effetti dell’art. 28 dello Statuto speciale, il 6 dicembre 2013. More

Pd, i delegati messinesi all’assemblea nazionale

Messina- Cinque delegati per i renziani all’assemblea nazionale. Si tratta di Iole Nicolai, Francesco Palano Quero, dell’on. Giuseppe Laccoto deputato regionale. Ed ancora, in quota Genovese entrano Giovanna Sciuto e Nicoletta D’Angelo. Per Cuperlo ci sarà l’avv. Antonio Saitta mentre per Civati saranno tre: Piero David, Pina Miceli e Giampiero Terranova. Sul futuro del Pd Messinese resta l’incognita Francantonio Genovese.

Dalla Regione tagli anche al trasporto marittimo

rosariocrocetta3Legge di stabilità e riflessi sulle isole: la copertura dei 320 mln di riduzione della spesa

Palermo- Trecentoventi milioni di riduzione della spesa nel bilancio 2014 da coprire attraverso tagli a forestali, comuni, trasporto pubblico locale e marittimo. Ma anche agli assessorati (13%) e 15 mln in meno per l’assemblea regionale siciliana. La manovra sarà depositata oggi all’Ars. More

Forconi, niente blocchi

Ferro: solo sciopero e presidi

Niente blocchi, ma solo sciopero. E’ la nuova linea adottata dai Forconi che in Sicilia non attueranno presidi stabili, ma terranno incontri pubblici e volantinaggi nelle piazze e per le strade.

Lo annuncia all’Ansa uno dei leader del movimento, Mariano Ferro, spiegando che la prima manifestazione si terrà stasera a Siracusa.

Da domani scattano i presidi dei forconi

Si preannunciano disagi per il rifornimento di merci e benzina

blogsicilia.it

L’Aias di Giuseppe Richichi ha revocato il blocco. Come capita spesso l’associazione autonoma, dopo gli incontri dell’ultima ora con i politici fa un passo indietro. Non i Forconi che hanno confermato da domenica sera i presidi.

 “Ci sono troppe categorie martoriate dalla crisi – dice Francesco Tusa leader dei Forconi insieme a Mariano Ferro, Giuseppe Sgarlata e Francesco Crupi – Sapevamo che l’Aias di Giuseppe Richichi all’ultimo momento avrebbe fatto un passo indietro. Ma la nostra protesta è già programmata da mesi e andrà avanti. Noi non ci fermeremo”. More

Giunta Crocetta approva bilancio e legge di stabilità 2014

blogsicilia.it

Una riunione lunga ed estenuante terminata stanotte intorno alle ore 4. La giunta siciliana presieduta da Rosario Crocetta ha approvato bilancio e legge di stabilità per il 2014.

La manovra prevede tagli alla spesa per 350 milioni di euro, norme a favore di imprese e reddito minimo garantito pari a 400 euro al mese alle famiglie sotto la soglia di povertà, bonus bebé e aiuti per l’acquisto e la ristrutturazione di abitazioni per giovani coppie, l’estensione alle coppie di fatto delle forme di sostegno sociale (incluso il reddito minimo e i prestiti agevolati), il riordino delle società partecipate e dei servizi sanitari-assistenziali, l’abolizione delle società in liquidazione con la costituzione di un ufficio unico per la gestione di debiti e crediti. More

Autotrasportatori revocano blocco in Sicilia

Dopo una riunione che si è tenuta in prefettura a Catania, l’Aias, l’associazione autonoma di autotrasportatori, ha stabilito di revocare il blocco che assieme al movimento dei Forconi era stato annunciato in Sicilia a partire domenica sera. Al momento non sono stati resi noti ulteriori dettagli, ma la decisione sarebbe stata assunta anche dopo un confronto fra gli stessi autotrasportatori nel corso di una lunga riunione che si è tenuta nella sede catanese dell’associazione guidata da Giuseppe Richichi. More

CittadinanzAttiva a Crocetta: sussidio ai disoccupati

“Perché la Regione Sicilia non segue l’esempio della Regione Sardegna ed istituisce il sussidio straordinario per i disoccupati?” Il Coordinamento Provinciale dei Procuratori dei Cittadini di Messina rivolge un appello al Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta ed al Presidente dell’Assemblea Regionale, Giovanni Ardizzone. More

DDL Isole minori, Pagoto ( Egadi): necessario molto lavoro

Il sindaco delle Egadi, Giuseppe Pagoto, ha partecipato a Palermo, a un’importante riunione convocata alla IV Commissione – Territorio e Ambiente – all’Assemblea Regionale Siciliana, per discutere dell’Esame del disegno di legge n. 460-294-496 ´Legge quadro sulle Isole di Sicilia´.

All’incontro erano presenti Maria Lo Bello, assessore regionale per il territorio e l´ambiente, Fulvio Bellomo, della segreteria tecnica dell´assessore regionale per le infrastrutture e la mobilità, Giovanni Arnone, dirigente generale dipartimento regionale infrastrutture, mobilità e trasporti e ancora Attilio Licciardi, sindaco di Ustica, Salvatore Gabriele, sindaco di Pantelleria, Massimo Lo Schiavo, sindaco di Salina, Francesco Di Chiara, della segreteria generale Isole minori, Giampiero Trizzino, presidente della Commissione, e i deputati Antonio Malafarina, Giorgio Assenza, Maria Cirone, Girolamo Fazio, Concetta Raia, Giuseppe Sorbello, Valeria Sudano e Girolamo Turano Girolamo. More

Palermo, chiude lo storico Grand Hotel delle Palme

delle palme

Comunicato stampa

Chiusura dell’Hotel delle Palme,segno di una citta’ che si spegne.

Quanto comunicato con una nota pervenutaci dalla societa’ Acqua Marcia che sintetizza la riorganizzazione del proprio asset alberghiero siciliano e l’ annuncio della chiusura dello storico Grand Hotel delle Palme di Palermo, non puo’ che rappresentare il riflesso di una situazione globale palermitana e siciliana in cui versa ormai da troppi anni il settore del ricettivo alberghiero. More

Sicilia, è nuova allerta meteo

La perturbazione che ha colpito l’Italia in questi giorni si sposterà nelle prossime ore sul Tirreno centro-meridionale e in particolare sulla Sicilia. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo che prevede, a partire dalle prime ore di domani, piogge e temporali sulla Sicilia. I fenomeni potranno essere anche molto intensi e accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le strutture locali di protezione civile.(ANSA)

Il Cefop è stato venduto, oltre 200 dipendenti a rischio

A Lipari ultimamente svolto un corso di formazione sfumato nel nulla

Il Cefop è stato venduto. Ad acquistare l’ente di formazione più grande della Sicilia è stato un consorzio di gestori di corsi, il Cerf, che mette insieme l’Isas e l’Anfe regionale. La vendita è andata in porto per 10 mila euro, a fronte di finanziamenti regionali già certi per 16 milioni e 228 mila euro con cui svolgere i nuovi corsi. Ma dietro l’affare adesso sono a rischio 212 dipendenti. More

La Corte dei Conti condanna Cuffaro a pagare 150 mila euro

(ANSA) – PALERMO, 25 NOV – I giudici della Corte dei Conti di Palermo hanno condannato l’ex presidente siciliano Totò Cuffaro, in carcere per scontare 7 anni per favoreggiamento alla mafia, a pagare 150mila euro per danno d’immagine alla Regione Sicilia.”Nessun dubbio può sussistere – si legge nelle motivazione – circa l’esistenza di una grave lesione all’immagine della Regione siciliana in conseguenza del comportamento delittuoso del suo presidente”.