Candia : la memoria e il futuro delle Eolie nel libro “Isabella e il Professore”

53817069_10216987974747563_6175250716299362304_n

di Renato Candia

Renato Candia

Renato Candia

Mi permetto di segnalare l’uscita del più recente studio di Michele Giacomantonio (“Isabella e il Professore”, Abc Sikelia Edizioni, 2019) che, al di là della consueta chiarezza nella rilettura dei documenti e nella ricostruzione degli eventi di cui si parla, e oltre l’accattivante approccio divulgativo che appassiona anche il lettore neofita di cose eoliane, racconta un tempo e un contesto di persone e sentimenti positivi e concreti che, immagino volutamente, l’autore rievoca a modello di come potrebbe e dovrebbe essere il nostro tempo.

Isabella Eller Vainicher e Luigi Bernabò Brea, in tempi sicuramente non facili di guerra e dopo-guerra, sanno vedere lucidamente la presenza fortissima di una storia e di una cultura importanti, le sanno svelare, comunicare, diffondere, conservare, dando forma e sostanza ad una memoria di Lipari e delle Eolie che si era perduta nell’oblio dei secoli.

E a questa stessa memoria sanno dare anche un futuro, che oggi ha la consistenza di uno dei Musei più importanti (e invidiati) del Mediterraneo, ma anche di un sistema di scuole autonome che pur con tutte le difficoltà della micro-insularità, garantiscono una formazione di base sul territorio. Mi sento personalmente (e forse immeritatamente) erede di Isabella, per il ruolo pubblico di Dirigente scolastico che ricopro ormai da qualche anno a Lipari nella scuola che Isabella ha fondato.

In questo senso sono rimasto stupito e commosso, leggendo il libro di Michele Giacomantonio, dalla forza straordinaria che hanno avuto queste persone, nel dare a questi luoghi e a tutti coloro che li percorrono, gli strumenti e la via per vederne la singolare, eccezionale e unica bellezza.

SCOPRI LE EOLIE CON TARNAV

Banner TARNAV - verticale

Share