Altri 48 Vigili del Fuoco per Messina e provincia

Decreto del sottosegretaro Bocci. Potenziamento anche del presidio di Lipari

vvffDopo anni di estenuanti battaglie sindacali finalmente saranno potenziati i distaccamenti dei VVF in provincia di Messina. I recenti incontri e le concertazioni che si sono susseguite al Viminale  hanno portato alla firma del decreto da parte del sottosegretario all’interno Giampiero Bocci che prevede il potenziamento di 2030 unità su tutto il territorio nazionale. Di questi 48 arriveranno a potenziare le sedi di Lipari, Milazzo, Patti, S.Agata Militello, e Letojanni. Non solo ma finalmente sarà aperto il distaccamento di Roccalumera, fondamentale nella zona jonica della provincia di Messina, dove saranno dirottati 28 vigili del fuoco. Il 29 dicembre i neo vigili del fuoco inizieranno il primo corso. Fra sei mesi ed un anno entreranno tutti in servizio. Un risultato importante ottenuto da  Confsal, Cgil, Cisl e Uil i cui rappresentanti ieri si sono recati al Prefetto Trotta per ringraziarlo per il suo interessamento e per riferire degli straordinari risultati ottenuto dopo mesi di concertazione con il Governo: I

 Messina dunque compie quel salto di categoria che i sindacati reclamavano da tempo. Un potenziamento necessario per una provincia con 108 comuni, una grande raffineria, una immensa superficie boschiva, con un dissesto idrogeologico importante che negli ultimi anni ha prodotto le tragedie di Giampilieri, Scaletta e Saponara. Incassato questo risultato adesso si guarda avanti. Prossimo obiettivo l’istituzione al casello di Roccalumera di un presidio autostradale, il primo del genere in Italia:

Unica nota dolente al momento il presidio nord dell’ex ospedale Margherita a rischio chiusura che lascerebbe sguarnita una fetta importante della città.

gazzettadelsud.it

Share