Area pomicifera, Art.1: giovani professionisti lavorano per dare una futuro a questa comunità

Dura nota del segretario cittadino Alessandra Falanga in risposta al geom. Aldo Natoli

Comunicato

Art. 1 Autonomia e Libertà

Alessandra Falanga, Segretario Art. 1

Alessandra Falanga, Segretario Art. 1

La nostra associazione non può esimersi dall’intervenire sulle presunte polemiche sollevate in questi giorni dell’associazione AGE rispetto al mancato coivolgimento nel “tavolo tecnico” promosso dall’amministrazione Giorgianni avente per oggetto la riqualificazione dell’area di porticello.

Al presidente dell’age ed a tutti quelli che sposano il “Natoli pensiero” vogliamo sottolineare con forza la bontà dell’iniziativa intrapresa dal sindaco Giorgianni e dal consulente Alessandro la Cava.

Iniziativa che sancisce un precedente unico secondo un metodo di condivisione democratica ,inclusiva e non esclusiva, mai adottato prima da nessuna amministrazione comprese quelle in cui il geom. Natoli ricopriva incarichi istituzionali.

Ci stranizza il fatto che lo stesso Natoli ,vittima di un complesso di inferiorità, riferisca di non avere mai avuto contezza dei vari incontri tenutisi presso la casa comunale ma dibatte puntualmente sugli argomenti trattati e, a suo dire, appresi dagli organi di stampa i quali hanno sempre riportato l’aggiornamento delle convocazioni.

A questo punto, dubbiosi, cerchiamo di capire se il presidente dell’age omette di leggere l’ultima riga dei vari articoli letti o pretestuosamente e strumentalmente usa questo argomento per criticare l’operato dell’amministrazione?

In merito alle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal geom. Natoli circa una presunta “tavola apparecchiata”, riteniamo di poter affermare che tali affermazioni risultano lesive dell’immagine e dell’operato dei tanti giovani professionisti che volontariamente sottraggono tempo alle loro famiglie ed alle loro attività per il bene della comunità liparota.

In questo caso ci verrebbe da dire che “quando il lupo non arriva all’uva dice che è acerba”.

Veda geom. Natoli i tanti giovani professionisti seduti attorno a quella “tavola” che desta cosi tanti sospetti, non fanno altro che lavorare alacremente per creare le condizioni che possano permettere alle prossime generazioni di potere scegliere se restare a Lipari o andare via e non essere condizionati ed obbligati ad allontanarsi perché la cattiva amministrazione di chi li ha preceduti non consente loro di programmare un futuro nella terra dove sono nati.

Noi crediamo in questa amministrazione e crediamo che si possa alimentare la speranza di un futuro migliore QUI dove siamo nati.

Il segretario cittadino

Alessandra Falanga

 

Share